CASTELVETRANO, MARTIRE SI CANDIDA A SINDACO. PRIORITA’ LA QUESTIONE MORALE

Tanto per essere chari: “La questione morale in politica s’impone come priorità assoluta”. La riserva l’aveva sciolta da qualche giorno. Ora, con una nota ufficiale, ha annunciato la sua candidatura a sindaco. L’ex presidente del consiglio comunale Calogero Martire sarà uno dei candidati a sindaco che si confronteranno con il voto del prossimo 28 aprile. Al suo fianco due liste, “Obiettivo Città”, movimento che ha guidato in questi anni e che rappresenta un punto di riferimento nel dibattito cittadino, e “Ricominciamo Insieme”, che raccoglie pezzi di società civile ma anche forze politiche moderate come l’Udc ed una parte dell’ex movimento di “Città Nuova”, che si è diviso al suo interno in due gruppi. Nella nota che ufficializza la candidatura di Martire si legge che “Castelvetrano, oggi più che mai, ha bisogno di una guida certa, competente ed autorevole, che dia subito risposte positive e concrete, alla luce di un programma che non può essere del tutto proiettato al futuro, ma che abbia attuazione immediata emergenziale, che ci riporti subiro alla normalità”. Ed ancora: Il 28 aprile Castelvetrano ritorna a votare con la consapevolezza che il periodo non è dei migliori, in virtù  delle vicende giudiziarie che si sono susseguite fino ad oggi e che hanno stravolto il panorama politico locale, toccando le coscienze di ognuno dei singoli cittadini. Ma è necessario uscire da questo stallo e procedere spediti per dare vita ad un programma di sviluppo socio economico che metta Castelvetrano nelle condizioni di riacquistare dignità, immagine, determinazione e amor proprio”.

Certi che nella sua persona si possano sintetizzare i nostri intendimenti e le nostre attese, invitiamo i cittadini a sostenere questa scelta per riappropriarci finalmente della nostra città ed essere protagonisti della sua rinascita.

Commenti

commenti