EGADI, LUTTO CITTADINO PER L’ARCHEOLOGO TUSA

L’assessore regionale ai Beni Culturali Sebastiano Tusa è rimasto vittima di un incidente aereo. Avrebbe dovuto raggiungere Nairobi in Kenia da Adis Abeba ma un problema tecnico è stato fatale e letale per passeggeri ed equipaggio della Ethiopian Airlines. Tusa doveva partecipare ad un progetto Unesco. Tanti incarichi prestigiosi, tra questi anche la direzione della Soprintendenza ai Beni Culturali di Trapani che l’ha portato ad avere un legame forte con il territorio provinciale. Anche il suo impegno politico è passato da Trapani. Nel 2012 si parlò di lui come di un papabile alla carica di sindaco della città. Proposta che gli era stata fatta dal Pd ma che l’archeologo aveva rifiutato finendo tra le polemiche perchè negli stessi giorni si registravano indiscrezioni giornalistiche su una sua candidatura a sindaco di Palermo per il Terzo Polo che intendeva costruire il partito di Gianfranco Fini, Futuro e Libertà. Alla fine delle trattative Tusa disse no al Pd trapanese e sì ad una candidatura al consiglio comunale di Palermo nella lista di Fli. Non riuscì a farsi eleggere. Nel 2018 è stato invece chiamato in giunta dal Presidente della Regione Nello Musumeci ed ha presto il posto di Vittorio Sgarbi. Nel territorio trapanese è stato protagonista, per responsabilità istituzionale e professionale, ma anche per impegno civile e culturale, di tutte le iniziative che hanno interessato la salvaguardia e lo sviluppo dei beni ambientali e culturali del territorio. Favignana è stata sempre un suo punto di riferimento. E non a caso il sindaco Peppe Pagoto ha deciso di proclamare il lutto cittadino. Ecco cosa ha scritto sulla sua pagina Facebook il primo cittadino Giuseppe Pagoto: “…Ciao Sebastiano…straordinario amico e cittadino anche delle Egadi…è stato un onore ed un privilegio conoscerti. Rimarrai nelle nostre menti, nei nostri cuori e nella storia…per sempre…il nostro abbraccio ed il nostro pensiero alla moglie Valeria ed ai figli Andrea e Vincenzo. Le bandiere degli edifici comunali e dell’ex Stabilimento Florio verranno messe a mezz’asta e si proclamerà il lutto cittadino in segno di dolore, riconoscenza e cordoglio”.

Commenti

commenti