• Home »
  • Politica »
  • GRIGNANO: “DISPONIBILE A RITIRARE LA MIA CANDIDATURA AL VERTICE DEL PD”

GRIGNANO: “DISPONIBILE A RITIRARE LA MIA CANDIDATURA AL VERTICE DEL PD”

Nino Grignano è pronto a fare un passo indietro ed è dunque disponibile a ritirare la sua candidatura alla segreteria provinciale. Anche lui, come il segretario comunale del Pd di Trapani Francesco Brillante ritiene che sia il momento della riflessione e del confronto interno al partito dopo l’operazione antimafia “Scrigno” e non certo quello della dialettica congressuale. Grignano dichiara di vivere il contrasto tra l’entusiasmo per la partecipazione alle primarie e per il risultato raggiunto dal Pd in questi giorni e la vicenda giudiziaria che ha travolto l’ex deputato regionale Paolo Ruggirello. “L’entusiasmo – scrive l’ex consigliere comunale – è stato scosso in me, come in ogni iscritto del Partito Democratico della provincia di
Trapani, dai fatti di cronaca, per i quali ritengo sia necessaria una importante riflessione. La questione Ruggirello investe in pieno il sentimento di militanti e iscritti. Per questo allo stato attuale parlare ancora di correnti e componenti, oltre che di congresso provinciale, appare fuori
luogo e fuorviante. Non c’è più alcun momento da attendere. A questo punto le ragioni dell’unità sono l’unica strada da perseguire per far quadrato attorno un’intera comunità di persone perbene disillusa e offese.
Per tale motivo appare davvero privo di senso lo svolgimento dei congressi in questa situazione con una sterile contrapposizione che in questo momento non serve proprio a nessuno”. E’ evidente che la soluzione unitaria che propone Grignano passa attraverso un altro passo indietro, quello dell’altro candidato alla segreteria, il sindaco di Santa Ninfa Peppe Lombardino. Se come afferma Grignano le correnti e le componenti non hanno alcun valore in questa fase così travagliata per il partito, la conseguenza diretta porta ad archiviare le candidature che sono invece frutto e sintesi del confronto tra le “correnti” del partito. Il passo indietro che Grignano è pronto a fare ha come obiettivo quelo di ritrovare tutti insieme le ragioni dello stare insieme”. Ed aupica – ed è qui il punto politico della sua proposta – che di passi indietro “ne seguano altri”. “Pur consapevoli – conclude – della nostra forza e delle nostre idee, ma sereni della nostra maturità. L’amore verso una comunità si dimostra anche così”.

Commenti

commenti