• Home »
  • Politica »
  • PD, SFIDA LOMBARDINO-GRIGNANO PER IL VERTICE DEL PARTITO. PRIMARIE CONTO ALLA ROVESCIA

PD, SFIDA LOMBARDINO-GRIGNANO PER IL VERTICE DEL PARTITO. PRIMARIE CONTO ALLA ROVESCIA

Il Pd trapanese dovrà scegliere. Tra il sindaco di Santa Ninfa Giuseppe Lombardino e l’ex consigliere comunale di Trapani Nino Grignano. In discussione c’è la segreteria provinciale. La candidatura di Lombardino è sostenuta dall’area del partito che fa riferimento all’onorevole Baldo Gucciardi e dal gruppo degli ex Ds. Due componenti che domani voteranno per Nicola Zingaretti. Grignano è invece il candidato alla segreteria che è stato messo in campo dai renziani che domani divideranno i loro voti tra i candidati alla segreteria Maurizio Martina e Roberto Giachetti. Grignano è sempre stato legato e collegato all’ex candidato sindaco del capoluogo Pietro Savona. Il confronto a due segna e conferma le divisioni interne ai dem locali e mette la parola fine – il termine per presentare le candidature alla segreteria provinciale è scaduto oggi alle 20 – su una terza soluzione che era stata lanciata dai renziani ma bloccata sul nascare dagli amici di Gucciardi e soprattutto dagli ex Ds. Era stata infatti messa in campo la proposta di una candidatura unitaria, quella del vicepresidente del consiglio comunale di Trapani Dario Safina. Proposta considerata però strumentale da parte degli ex Ds che l’hanno considerata una forzatura non per fare sintesi ma per rompere l’unità d’azione tra la loro componente e quella di Gucciardi. Lombardino è un ex Ds ma da tempo può essere considerato un fedelissimo dell’onorevole. La road map congressuale rimanda ai congressi circolo che dovranno tenersi dal 4 al 16 marzo, mentre tra il 18 e 22 marzo dovrà insediarsi l’assemblea provinciale che porrà il suo sigillo politico sull’elezione del nuovo segretario provinciale. La soluzione Lombardino non ha mai avuto alternative. La candidatura di Grignano è emersa dopo un confronto interno ai renziani che si sono interrogati anche su altre opzioni: il segretario comunale del Pd di Trapani Francesco Brillante ma anche il presidente dell’assemblea provinciale Chrstian Emmola. Domani, intanto, si terranno le primarie nazionali. Nei seggi organizzati sul territorio provinciale si potrà votare dalle 8 alle 20. Oltre ai tre candidati alla segreteria, Zingaretti, Giachetti e Martina, sarà rinnovata l’Assemblea nazionale. Il Pd trapanese eleggerà cinque dirigenti. Lombardino motivando il suo sostegno a Zingaretti – “è un voto che riguarda tutti coloro che vogliono un’alternativa al governo populista e non solo gi iscritti al Pd – ha voluto anche definire politicamente la sua candidatura alla segreteria provinciale: “E’ necessario rilanciare il partito nei territori, preparandosi agli appuntamenti elettorali dei prossimi mesi, ma soprattutto è necessario superare le divisioni di questi mesi, nate da scelte sbagliate che hanno disorientato i nostri iscritti”. Safina, a scanso di equivoci, ha voluto ribadire il suo sostegno a Zingaretti con un invito al voto di domani: “Sarà un momento importante per il Paese, che ha la necessità che il Pd ed il centro sinistra si riorganizzino per poter rappresentare la vera alternativa alla destra retriva che oggi governa”.

Commenti

commenti