• Home »
  • Erice »
  • CASO ERICE, CONSIGLIO STRAORDINARIO. LA MINORANZA: “TOSCANO DIMETTITI”

CASO ERICE, CONSIGLIO STRAORDINARIO. LA MINORANZA: “TOSCANO DIMETTITI”

Consiglio comunale straordinario sul caso Erice. Oggi alle 15,30 si riunirà l’aula con un solo punto all’ordine del giorno: “Discussione politica sull’atto di revoca del vicesindaco e richiesta dimissioni del sindaco pro tempore Daniela Toscano”. Mercoledì scorso l’aula si è occupata delle vicende giudiziarie che hanno portato l’ex vicesindaco Angelo Catalano agli arresti domiciliari con le accuse di corruzione ed abuso d’ufficio. E’ stata la stessa sindaca Toscano a fare il punto su ciò che è accaduto sulla stessa lunghezza d’onda delle dichiarazioni che aveva rilasciato in una recente conferenza stampa convocata assieme al sindaco di Trapani Giacomo Tranchida. Chiarimenti e dichiarazioni che non hanno convinto parte dell’opposizione. I consiglieri Alessandro Manuguerra, Simona Mannina, Eugenio Strongone, Giuseppe Vassallo e Alessandro Barracco, a termini di regolamento, hanno chiesto la convocazione di una seduta straordinaria che il presidente del consiglio Paolo Genco ha deciso per oggi. L’iniziativa della minoranza non è andata giù a due consiglieri di maggioranza. Pino Agliastro e Carmela Daidone hanno già annunciato di non parteciparvi perché ritengono la seduta inutile. Poliiticamente la considerano soltanto una occasione per una “passerella autoreferenziale”. Da qui la decisione di non essere presenti in aula per marcare il loro dissenso che punta a delegittimare la seduta con lo strumento dell’assenza dall’aula.

Commenti

commenti