• Home »
  • Sport »
  • SICULA LENZIO-TRAPANI 0-0, GARA BLOCCATA. NZOLA SEGNA MA E’ IN FUORIGIOCO

SICULA LENZIO-TRAPANI 0-0, GARA BLOCCATA. NZOLA SEGNA MA E’ IN FUORIGIOCO

Sicula Leonzio-Trapani 0-0

Sicula Leonzio: Pane, De Rossi, Aquilanti, Laezza, Squillace, D’Angelo S., Esposito G., Marano, Bollino (Vitale 42′), Sainz-Maza, Gammone (Russo 65′). A disposizione: Polverino, Talarico, Ferrini, Esposito M., Rossetti, Maugeri. All. Torrente

Trapani: Dini, Garufo, Taugordeau, Pagliarulo, Da Silva (Franco 76′), Corapi, Toscano (Scognamillo 46′), Costa Ferreira, Nzola, Evacuo (Ferretti 54′), Fedato. A disposizione: Kucich, Ferrara, Aloi, Mule’, D’Angelo L., Scrugli, Dambros, Lomolino, Girasole. All. Italiano

Arbitro: Giovanni Nicoletti di Catanzaro; assistenti: Roberto Terenzio di Cosenza e Gaetano Massara di Reggio Calabria

Note: Ammoniti D’Angelo S., Evacuo, Marano, Scognamillo, Sainz-Maza
Calci d’angolo 0-3
Recuperi: 3′ pt; 3′ st

Una partita che non ha mai preso quota e che si è conclusa senza reti. Sicula Leonzio-Trapani va archiviata in fretta. I granata portano a casa un punto ma non sfruttano una buona occasione per accorciare le distanze rispetto alla capolista Juve Stabia che ha pareggiato in quel di Potenza. Il Trapani, nella sostanza, non tira mai in porta ed il gol annullato a Nzola non ammette dubbi: l’attaccante granata era in netto fuorigioco. La prima palla gol della gara è stata della Leonzio, al 4′, quando Squillace mette in area di rigore dalla fascia sinistra e Marano colpisce di testa a colpo sicuro ma manda la palla sulla traversa. Al 16′ il Trapani ci prova con Taugourdeau con una punizione dalla lunga distanza, la palla è insidiosa ma viene deviata in angolo. Il primo tempo è tutto qui. Nel secondo, mister Italiano cambia subito. Dentro Scognamillo, fuori Toscano. Ma il copione della gara non cambia. Squadre che si affrontano pallone su pallone senza alcun guizzo vincente. Ferretti prende il posto di Evacuo, ma le fasce continuano ad essere presidiate dalla Leonzio che però non va oltre la determinazione e la voglia di far bene. Al 76′ tocca a Franco al posto di Da Silva. Un punto per uno e già c’è da pensare alla prossima gara. Il Trapani torna in trasferta per il secondo derby, quello contro il Siracusa.

Il 4-3-3 di mister Italiano

Il tecnico granata cambia tanto rispetto alla gara contro la Vibonese. Dentro Garufo, Taugourdeau, Da Silva e Nzola per Scrugli, Aloi, Mulè e Ferretti. Non cambia invece il modulo. La Leonzio presidia le fasce come si deve e l’azione del Trapani non riesce più ad essere fluida. I granata non riescono a mettere la marcia in più durante la gara. Il tris d’attacco del primo tempo, Nzola a destra, Evacuo centrale e Fedato a sinistra non riesce mai ad essere convincente. Quando poi nel secondo tempo mister Italiano tira fuori dalla mischia Evacuo per Ferretti, mettendo Nzola al centro dell’attacco non accade nulla di clamoroso ma la manovra del Trapani s’è fatta meno problematica e Nzola si è pure liberato per la stoccata finale anche se il suo gol era in netto fuorigioco ed è stato giustamente annullato. La pausa non ha giovato al francese Taugourdeau che non è mai entrato in partita come sa fare lui. Corapi ad intermittenza e Costa Ferreira che s’è dato da fare un po’ più degli altri ma senza particolari risultati.

Commenti

commenti