TRAPANI, LA LEGA ROMPE IL TAVOLO DEL CENTRODESTRA E VA DA SOLA AL VOTO

Facebook

21 Aprile 2018

La Lega fa saltare il tavolo del centrodestra ed a 24 ore dalla riunione che avrebbe dovuo dire cosa intende fare la coalizione a Trapani arriva la nota congiunta dell’onorevole Alessandro Pagano, del commissario provinciale Vito Armato e del dirigente Giorgio Aiuto Garsia, che non lascia dubbi: “Da soli a Trapani a prossime amministrative”. Lista della Lega e candidato sindaco “innovativo, competente e giovane”. Per i dirigenti salviniani si tratta di “un percorso dettato dai nostri programmi che sono nell’interesse esclusivo della persona”. Fortemente critici nei confronti della coalizione: “Non può anche sfuggire un certo comportamento ambiguo e autolesionista delle varie anime del centrodestra regionale, che non ha fatto altro che penalizzare l’intera coalizione”. La missione di mercoledì, a Catania, di Matteo Salvini ha determinato la svolta. Il leader della Lega ha invitato i dirigenti siciliani a puntare sul Movimento e di essere protagonisti nei Comuni dell’Isola che andranno al voto puntando sull’identità politica e sul centrodestra, se possibile. Da qui una smentita che va diretta al cuore del centrodestra trapanese: “Per questo ogni notizia che chiama in causa la Lega in città su ipotetici vertici o possibili alleanze è destituita di fondamento”.Le vicende del capoluogo sono gestite oltre che da Armato anche da Giorgio Aiuto Garsia. Tutti e due commissari per Trapani. Salta dunque il tavolo di domenica per quanto riguarda la Lega. I salviniani saranno ora chiamati a proporre il loro candidato sindaco che finirà per aprire il confronto nello schieramento di centrodestra. La coalizione aveva finora discusso della candidatura di Vito Galuffo. La Lega dunque si sfila e sfida il resto delle forze alleate.

 

*

Notizie Correlate