POLITICHE 2018, SAVONA: “TERRITORIO MORTIFICATO. PREVALSA LA LOGICA DELL’AUTOCONSERVAZIONE DI SINGOLI SOGGETTI”

Facebook

27 Gennaio 2018

Pd trapanese in rivolta. Dopo le dichiarazioni del dirigente regionale Dario Safina arrivano quelle dell’ex candidato sindaco di Trapani Piero Savona. In una nota, inviata alla stampa, non fa sconti al suo partito e va giù duro: “E’ del tutto evidente che le scelte effettuate dal Pd nella individuazione delle candidature per le elezioni politiche nazionali, sono assolutamente criticabili perché discriminanti per tutta la nostra provincia di Trapani che, per come è congegnata questa assurda legge, non è stata rispettata malgrado alle ultime elezioni regionali ed amministrative della città capoluogo, siano stati conseguiti risultati straordinari se paragonati a quanto avvenuto in tutto il resto della Sicilia”. Savona rincara la dose: “Non sono prevalse solamente le logiche componentizie, fatto già disdicevole in una situazione di difficoltà, ma quelle di autoconservazione di singoli soggetti che, per proprio tornaconto politico, hanno deciso di mortificare un territorio potenzialmente capace di esprimere grandi consensi elettorali”. L’ex candidato sindaco lancia comunque una ciambella di salvataggio ai candidati trapanesi, ma pone comunque un problema politico: “Non c’è dubbio che sosterremo i nostri candidati, autorevoli e capaci, ma è certo che una riflessione su quanto avvenuto in Sicilia alle scorse Regionali e su quello che avverrà alle prossime competizioni Nazionali, sia doverosa per chi ha voglia di continuare a sperare, malgrado tutto, in un percorso di cambiamento e di vera democrazia di un centro sinistra da rifondare”.

 

 

Notizie Correlate