REGIONALI, DE LUCA: “IVANA INFERRERA ESPRESSIONE DELLA SOCIETA’ CIVILE CHE VOGLIAMO PORTARE ALLA REGIONE”

Facebook

25 Ottobre 2017

Non è più soltanto una candidatura all’Ars quella di Ivana Inferrera. Va già oltre e rappresenta un progetto politico parallelo alla fase elettorale. “Puntiamo su Ivana – ha dichiarato l’ex deputato regionale Cateno De Luca – perché riteniamo che ci siano le condizioni per costruire un nuovo progetto politico al servizio del territorio”. De Luca è capolista nel collegio di Messina ma è sopratutto leader di “Sicilia Vera”. De Luca è stato quanto mai chiaro: “Oggi – stamattina si è svolta una conferenza stampa nel comitato elettorale cittadino della Inferrera – si apre una nuova fase politica che punta a valorizzare le espressioni autentiche della società civile che possono mettere a disposizione dei territori, professionalità ed idee. La sintesi che Ivana Inferrera sta mettendo in campo in questa campagna elettorale, cultura e turismo, ci convince e siamo pronti a sostenerla”. Sulla stessa lunghezza d’onda due organizzazioni sindacali che collaborano e fanno riferimento a De Luca. Si tratta del “SIFUS” (Sindacato Forestali Uniti per la Stabilizzazione). Quello dei forestali è un tema caldo della campagna elettorale ed il referente provinciale Pietro Di Giovanni ha ribadito la linea della sua organizzazione: “Stabilizzazione per creare un sistema produttivo. Un disegno di legge d’iniziativa popolare introduce tutti gli elementi tecnici per raggiungere l’obiettivo”. Altra sigla protagonista del progetto politico è la “FENAPI”. Il suo segretario provinciale Pietro Cascio ha voluto ribadire l’adesione al programma della Inferrera su un punto ritenuto decisivo per lo sviluppo delle piccole e medie imprese: “La sua proposta di valorizzare tutte le risorse che possono creare un turismo di qualità, legato ad un percorso culturale non possono che trovarci d’accordo e pronti a fare la nostra parte”. Ivana Inferrera ha alzato l’asticella del confronto per la prossima legislatura all’Ars: “La Regione deve fare la sua parte per avviare una reale programmazione turistica. Il territorio è pronto ad investire. C’è un cambiamento culturale che va sostenuto ed incoraggiato. C’è chi si vuole mettere in gioco economicamente ma deve avere garanzie concrete sul fronte delle infrastrutture e dei servizi”. La candidata all’Ars dell’Udc nel collegio di Trapani è tornata a parlare dell’aeroporto di Birgi: “Ritengo che vi siano delle preoccupazioni eccessive. Ci sono tutte le condizioni per far ripartire lo scalo. Non dobbiamo avere paura del confronto con Palermo e sederci al tavolo delle trattative con pari dignità. La nostra via maestra deve essere quella delle linee guida del Piano nazionale dei Trasporti. Abbiamo anche un esempio concreto che può indicarci una soluzione virtuosa. Mi riferisco al sistema aeroportuale di Pisa e Firenze”. Udc impegnata nella corsa ai seggi ma anche nella vittoria del centrodestra e di Nello Musumeci. “Il centrodestra – ha concluso De Luca – è l’unica possibilità che i siciliani hanno di non lasciare l’Isola nelle mani dei grillini, improvvisati allo sbaraglio”.

Notizie Correlate