DIVIETO DI ESPATRIO PER L’EX SINDACO MIMMO FAZIO

“Imminente e concreto pericolo di fuga e di inquinamento probatorio”. Divieto di espatrio per l’ex sindaco Mimmo Fazio, coinvolto nell’operazione Mare Monstrum che portò al suo arresto lo scorso 19 maggio. Il divieto è stato notificato dai carabinieri ed è stato emesso dal GIP di Trapani su richiesta della Procura della Repubblica. Si tratta di un ulteriore divieto dopo quello di dimora a Palermo. “Fazio – si legge nella nota dei carabinieri – era in procinto di partire per il Nord Africa e la segretezza serbata agli inquirenti da alcuni testimoni interpellati, su tale argomento, e le successive interlocuzioni riservate avute da costoro con i familiari di Fazio, ha indotto il Giudice a considerare tali circostanze sintomo della volontà dell’indagato di darsi alla fuga o d’incontrare persone al fine di inquinare le prove”. L’ex sindaco è indagato per il reato di corruzione.

 

 

Commenti

commenti