TRAPANI, IL PROGETTO PER IL TERRITORIO E D’ALI’ AD UN PASSO DALLA CANDIDATURA. C’E’ PURE IL PSI DI ODDO

Facebook

28 Febbraio 2017

Nasce un nuovo progetto politico. Sta per essere posto in rampa di lancio. Le trattative sono sempre più intense e la prima uscita ufficiale sempre più vicina. Un progetto politico per il territorio. E per territorio s’intendono i Comuni di Trapani ed Erice. Prima il progetto e poi le candidature a sindaco. Soprattutto la candidatura a sindaco del capoluogo. Il senatore Antonio D’Alì sarebbe pronto ad ufficializzarla. Nel suo entourage c’è fermento e soddisfazione. Il parlamentare trapanese ha infatti potuto riscontrare in questi mesi e settimane una rinnovata fiducia nei suoi confronti e l’invito ad accettare la sfida per il governo della città. Invito che sarebbe stato prima metabolizzato, poi elaborato ed articolato, ed ora posto in una formula politica. Quella, appunto, del progetto per il territorio che superare gli steccati e gli schieramenti di partito e di coalizione. Formula che consente di poter dialogare e di definire una piattaforma programmatica assiema al Psi dell’onorevole Nino Oddo. I socialisti sarebbero dunque pronti a fare la loro parte ed a proporre ai loro elettori un’alleanza di progetto e non di schieramento. Oddo ha rotto con il Pd ed il resto del centrosinistra ad Erice, proponendo la candidatura a sindaco di Luigi Nacci, soluzione politica ed elettorale che verrebbe messa a disposizione del progetto per il territorio, ed ha rotto anche a Trapani non avendo mai aperto alla candidatura del Pd, che punta su Pietro Savona. Il progetto per il territorio potrà sfruttare l’impegno e l’organizzazione politica dell’ex deputato regionale Livio Marrocco che, con il movimento “NOI” è pronto a sposare la causa dell’intesa per il governo delle due città. L’adesione del Psi rende l’offerta politica trasversale e dunque aperta al contributo di chi punta a considerare Trapani ed Erice un unico territorio da amministrare con soluzioni condivise ed anche con una nuova geografia dei confini. Punta così a verificare se vi siano margini di manovra e d’intesa con chi comincia a sentire il suo raggio d’azione sempre più stretto nel Pd. Le indiscrezioni, ma per il momento rimangono tali, rimandano all’onorevole Paolo Ruggirello che tuttavia, finora, pur con qualche polemica dopo le primarie ericine, non ha mai fatto mancare il suo apporto alla causa Dem ed è parte integrante dell’attività politica e parlamentare del Pd. Nel progetto per il territorio ci sarà diritto di cittadinanza anche per tutti coloro che non condividono e non intendono sostenere la candidatura a sindaco dell’onorevole Mimmo Fazio. La conclusione programmatica ed organizzativa del progetto dovrebbe infatti concludersi con la candidatura a sindaco del senatore che finirebbe per polarizzare le Comunali di primavera nella sfida elettorale tra i due.

Notizie Correlate