TRAPANI-SALERNITANA 1-0, I GRANATA LASCIANO IL FONDO DELLA CLASSIFICA

Facebook

25 Febbraio 2017

Maracchi gol, altra rete pesante, da tre punti, e Trapani che lascia l’ultimo posto in classifica staccando la Ternana di 2 punti. “Resteremo, resteremo in serie B”, ha cantato la curva a fine gara, abbracciando idealmente la squadra. Mister Calori ha spinto i suoi sotto la curva: “Meritavano gli applausi”, ha sottolineato il tecnico granata. Maracchi gol al 40′ con un colpo di testa su un tiro sporco di Barillà sugli sviluppi di un angolo di Colombatto. Contro la Salernitana mister Calori cambia qualcosa nell’undici e si presenta con un 4-3-1-2, con Coronado dietro le due punte Yallow e Manconi. Citro va in tribuna. Il Trapani ha vinto perchè ha giocato meglio, perchè, soprattutto nel secondo tempo, ha occupato il centrocampo con Colombatto che ha recuperato palloni su palloni. Un centrocampo dinamico e con Maracchi a fare da goleador e Barillà il funambolo della situazione. Due giocate hanno fatto impazzire il Provinciale con il centrocampista granata che ha nascosto la palla ad almeno tre avversari che cercavano di riprendersela. La gara parte in sordina. Ed il primo tiro in porta è della Salernitana con Coda che cerca di sorprendere Pigliacelli con un tiro che il portiere del Trapani ha mandato in angolo. Risponde Maracchi un minuto dopo con un destro dal limite dell’area che però finisce fuori. E’ un buon momento per i granata, Coronado mette in crisi la difesa avversaria ma Gomis è attento e blocca. Al 23′ Manconi prende il palo entrando in area di rigore dalla sinistra. Rimessa di Rizzato, palla allungata di testa da Yallow e Manconi che ci prova ma prende il palo. Al 26′ Punizione di Barillà dalla trequarti dopo un fallo su Manconi, ma Gomis dice parando a terra. Al 28′ il colpo di testa di Yallow sfiora il palo di destra di Gomis. Punizione di Colombatto e buon impatto con la palla di testa per l’attaccante granata ma niente da fare: il risultato rimane sullo 0-0. Al 33′ ci prova Vitale che si ricorda del gol dell’andata ma manda alto. Al 36′ ci prova Barillà dalla distanza ma non inquadra la porta. Al 38′ doppia conclusione della Salernitana con Donnarumma e Coda ma la difesa del Trapani è un muro. Al 40′ Maracchi fa gol di testa ed è festa al Provinciale. Al 43′ Donnarumma colpisce bene dalla distanza e prova a sorprendere Pigliacelli che ha invece la capacità di mandare la palla in angolo. Finisce il primo tempo. Mister Bollini, all’inizio del secondo tempo, mette dentro Rosina al posto di Ronaldo. La seconda parte della gara è un crescendo del Trapani che conquista il centrocampo e non lo molla più. Al 2′ azione personale di Yallow, ma Gomis dice no. Appena 30” dopo Fazio prova con un destro dal limite ma è centrale ed il portiere della Salernitana blocca. All’8′ prova il gol del sabato Pigliacelli che vede fuori dalla porta il suo collega Gomis e prova a sorprenderlo con una punizione dalla trequarti del Trapani ma per Gomis non ci sono problemi. Al 10′ Colombatto per Yallow, tiro deviato. Al 12′ Rosina prova un sinistro velenoso ma Pigliacelli si accartoccia sulla palla e salva la sua porta. Al 14′ Coronado tira ma non vede la porta. Al 19′ ci prova Colombatto. Ancora 35” Coronado salta due avversari, si accentra, entra in area ma il suo destro finisce fuori. Al 23′ Vitale prova a fare male ma Pigliacelli manda in angolo su un tiro dal limite dell’area da sinistra. Calori comincia a cambiare qualcosa. Mette dentro Nizzetto al posto di Coronado per tenere palla e fare densità al centrocampo. Al 26′ Coda tenta la stoccata di testa su un cross di Vitale, ma Pigliacelli blocca in presa. Fuori Yallow e dentro Curiale per fare pressione sulla difesa della Salernitana. A fine gara, Raffaello al posto di Barillà e c’è anche un’occasione per Curiale, servito di Nizzetto ma la sua deviazione viene mandata in angolo. Poi 4′ di recupero ed al triplice fischio finale di un buon Aureliano fa esplodere la gioia del Provinciale. Ora l’anticipo di martedì contro il Cittadella. Calcio d’inizio alle 20,30. E Calori continua a dire: “Non guardo la classifica”.

Il tabellino

Trapani: Pigliacelli, Pagliarulo, Legittimo, Manconi, Fazio, Barillà (42’st Raffaello), Maracchi, Coronado (24’st Nizzetto), Colombatto, Jallow (27’st Curiale), Rizzato. A disposizione: Guerrieri, Cason, Ciaramitaro, Visconti, Canotto, Kresic. All. Alessandro Calori

Salernitana: Gomis, Bittante, Vitale, Ronaldo (1’st Rosina), Schiavi (29’st Joao Pedro Silva), Busellato, Coda, Donnarumma, Mantovani, Minala, Perico. A disposizione: Terracciano, Grillo, Marchi, Improta, Odjer, Zito, Sprocati. All. Alberto Bollini

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna

Assistenti: Stefano Bellutti di Trento e Paolo Formato di Benevento

Quarto Uomo: Andrea Capone di Palermo

RETE: Maracchi 40’

NOTE: Ammoniti Fazio, Nizzetto nel Trapani – Schiavi, Minala nella Salernitana; Recuperi: 0’pt-4’st; Corner: 4-2; Spettatori: 4.814

Le pagelle granata

Pigliacelli 6: Due interventi su Coda, uno su Donnarumma, quello più difficile, ed un altro su Vitale dopo un’uscita così così. E se fosse riuscito a segnare su punizione con un tiro da oltre 40 metri sarebbe finito su Yotube. Ha dato serenità alla difesa.

Fazio 6: deve vedersela con Vitale che è sempre pericoloso nelle sue incursioni ma oggi non c’era spazio per nessuno sulla fascia. Fazio prova anche a dare una mano in avanti e prova la conclusione con un tiro che però Gomis controlla perché non è irresistibile

Pagliarulo 6,5: lotta su ogni pallone. Deve condividere con Legittimo due  brutti clienti come Coda e Donnarumma, gioca d’anticipo ed ha quasi sempre la meglio. Presente in area avversaria su ogni calcio piazzato che può essere indirizzato verso la porta della Salernitana

Legittimo 6,5: Calori lo schiera al posto del giovane Kresic ed il difensore lo ripaga con una gara attenta, entra senza pensarci neanche un secondo con la cattiveria agonistica che deve avere un difensore. Dà una mano a Pagliarulo e si fa dare una mano dal capitano

Rizzato 6: poteva essere più preciso in almeno due affondi sulla fascia con cross finale. Trova sulla sua fascia Bittante ma non si scompone più di tanto. Tanta corsa. Più convincente nella fase difensiva

Maracchi 8: grande acquisto. Cosa ci facesse ancora in Lega Pro è un mister. Grande diligenza tattica e fiuto del gol. Non a caso ha messo dentro la sua seconda rete personale che dà tre punti secchi alla sua squadra. Sbaglia quasi nulla ed ancora al 90′ corre come se fosse all’inizio della partita

Colombatto 7,5: è sempre più il gioiellino granata. Si dice che sia sotto la lente d’ingrandimento dell’Inter e si capisce perchè: Conquista un numero impressionante di palloni che sdradica dai piedi degli avversari, imposta l’azione dei granata e quando può calcia punizioni sempre pericolose

Coronado 6: se avesse messo dentro la palla che ha invece mandato sul fondo perché è arrivato al tiro sbilanciato sarebbe venuto giù il Provinciale. Con la palla al piede è sempre un pericolo ma può fare ancora molto di più

Manconi 6,5: sfortunato; avrebbe meritato il gol nel primo tempo dopo una incursione in area di rigore ma il palo gli dice no. Tiene palla quando c’è da farlo e si procura falli importanti quando c’è da difendere il vantaggio. Attaccante anomalo ma quanto mai efficace nello schema di Calori

Yallow 6,5: può fare di tutto, dalla grande giocata al colpo ingenuo da scuola calcio. Ha una grande progressione e non ha timore di tirare in porta. Sfiora il palo di testa nel primo tempo e si fa ipnotizzare da Gomis nel secondo. Un esordio da titolare di grande peso e qualità

Nizzetto 6: Calori gli chiede di mettere ordine a centrocampo e di lanciare le punte quando c’è l’occasione per farlo. Prende il posto di Coronado e non lo fa rimpiangere

Curiale 6: Il mister granata lo manda in campo per fare a sportellate con la difesa della Salernitana e lui cerca di rispettare la richiesta di Calori. Allo scadere della gara ha anche l’occasione per andare in rete ma si fa respingere la palla dopo essere entrato in area di rigore.

Calori 7: mette sotto la Salernitana con il suo 4-3-1-2 e manda in tilt il suo collega Bollini che parte con il 3-5-2, poi mette la difesa a quattro, cambia spesso ma si trova di fronte le contromosse di Calori. E’ la sua vittoria perchè è una vittoria di squadra e lui sta costruendo una squadra per l’impresa. rimanere in serie B

27° giornata

Brescia-Cittadella 4-1 (ieri)

Benevento-Bari 3-4 (ieri)

Trapani-Salernitana 1-0

Ascoli-Pisa 2-4

Avellino-Vicenza 3-1

Cesena-Pro Vercelli 1-2

Frosinone-Verona 1-0

Novara-Spezia 2-1

Spal-Perugia 2-0

Ternana-Latina 0-1

Virtus Entella-Carpi 2-0

CLASSIFICA: Frosinone 51 punti; Spal 48; Benevento, Verona 46; Bari 40; Perugia, Cittadella 39; Entella, Spezia 38; Novara 37; Carpi 36; Avellino 35; Ascoli 34; Salernitana 32; Pisa, Brescia 31; Cesena, Latina 29; Pro Vercelli, Vicenza 28; Trapani 25; Ternana 23.

 

Notizie Correlate