TRAPANI, ECCO COSA ACCADRA’ PER CIMITERO ED ISOLA ECOLOGICA

Facebook

27 Dicembre 2016

L’emergenza, prossima ventura, di cimitero ed isola ecologica, è un’emergenza annunciata e soprattutto conosciuta, dopo il via libera del consiglio comunale agli equilibri di bilancio. Nel biennio 2017-2018 alla voce “Servizi diversi e per il CCR” c’è scritto zero nella posta in bilancio. La pulizia del cimitero rientra tra i “servizi diversi”. Ed il centro di raccolta dei rifiuti è quello del Lungomare Dante Alighieri. Sia la pulizia che la gestione dell’impianto sono stati affidati finora alla “Trapani Servizi”, società al 100% di proprietà del Comune di Trapani. La società in questione, ormai da quasi 20 anni, affronta il caso rifiuti, caso siciliano, fatto di emergenze su emergenze, e che ha portato la “Trapani Servizi”, che gestisce, tra le altre cose, anche la discarica di contrada Borranea, a fare i conti con la spazzatura degli altri 23 Comuni della provincia. Per far fronte a quella che può essere considerata la “madre di tutte le emergenze”, ha assunto personale per tenere testa a tre turni di lavoro giornalieri. Da qui le assunzioni con il sistema interinale. Ed è qui che s’incrociano le vicende legate alla pulizia del cimitero con quelle della “Trapani Servizi”. I lavoratori della società del Comune che finora si sono occupati del cimitero torneranno in forza alla “Trapani Servizi”. Faranno gli operatori ecologici. Sono circa 10. Per quanto riguarda il centro di raccolta dei rifiuti, l’amministrazione seguirà un percorso più articolato: prima di tutto una verifica di costi e ricavi, quest’ultimi determinati dalla vendita delle frazioni diffferenziate. In seguito, carte e dati alla mano il Comune prenderà una decisione su come gestire il CCR del Lungomare Dante Alighieri.

 

 

Notizie Correlate