ASSEMBLEA SICILIA FUTURA/3, CAMPAGNA (PD): “FRONTE COMUNE DI CENTROSINISTRA E RIFORMISTI”

Facebook

5 Novembre 2016

Due sindaci in platea, Nicola Coppola (Castellammare del Golfo) e Vito Sciortino (Calatafimi-Segesta), un altro, arrivato dopo ma comunque presente, il sindaco di Campobello di Mazara Giuseppe Castiglione. Un sindaco, a portare il saluto della città di Castelvetrano. Felice Errante è anche un alleato di Sicilia Futura nella nuova coalizione che intende proporsi per le Comunali del 2017. “Siamo stanchi – ha detto – del qualunquismo, che non è prerogativa soltanto dei Cinquestelle. C’è qualunquismo anche quando si affrontano i problemi con superficialità ed è invece la politica che deve tornare a dare risposte. Una politica che torni a dialogare con la gente e che non sia più disponibile ad affidare il confronto a Facebook. Riconosco a Sicilia Futura di essersi impegnata e di continuare ad essere al fianco dell’amministrazione. Avrebbe potuto fare altre scelte e stare a guardare”. Più diplomatico, e non poteva essere altrimenti in quel di Castelvetrano, l’intervento-saluto del segretario provinciale del Pd Marco Campagna. “Mi auguro – ha detto – che ci siano le condizioni per costruire un fronte comune di centrosinistra e di riformisti che sappia fare sintesi anche in maniera schietta”. A Castelvetrano lo strappo Errante-Pd si fa sentire e Sicilia Futura ha scelto di stare dalla parte del sindaco. L’assessore Mimmo Signorello si è limitato ai saluti. Fa parte della giunta Errante ma sta attraversando con il suo partito, l’Udc, una fase di grande incertezza: “Non so bene se posso ancora parlare come Udc”, ha ironizzato, aggiungendo: “Porto il saluto da moderato che vota per il Sì al referendum”. Il Psi era invece presente con l’ex assessore Paolo Calcara: “Noi siamo usciti dalla giunta non in polemica con il sindaco ma per stimolare un dibattito ed una riflessione sui problemi della città. Ci auguriamo che ci siano le condizioni, in questa fase di crisi, per costruire una nuova amministrazione con il concorso di tutti”. Calcara ha poi rimarcato “l’interlocuzione privilegiata che si sta definendo tra il Psi e Sicilia Futura” ed ha anche indicato l’occasione per suggellarla: “Il prossimo 26 novembre sarà qui il viceministro Nencini che parteciperà ad una manifestazione ed anche al nostro congresso provinciale. Potrebbe essere quella l’occasione per ufficializzare un’intesa che sicuramente guarda alle prossime Regionali”. Partiti ospiti che hanno seguito il dibattito fino all’avvio delle dinamiche congressuali.

Direttivo provinciale di Sicilia Futura

Il nuovo direttivo provinciale di Sicilia Futura è composto da Giovanni Marchese, Alessandro Ferlito, Ninetta Pulaneo, Giuseppe Stabile, Damiano Canzoneri, Salvatore Stuppia, Salvatore Tarantolo, Vita Salemi, Edoardo Della Chiana, Filippo Rubino, Antonio Laudicina, Antonino Armata, Pino Pizzo, Maria Pia Gabriele, Giuseppe Musacchia, Eufemia Papalia, Luigi Abbrignani, Leonardo Scardino, Adriano Scalia, Rosanna Saladino, Stefano Lucido, Francesco Bonanno, Gaspare Genco, Giuseppe Riservato, Pietro Lanzarone, Giacomo Scala e Maurizio Butera.

Notizie Correlate