L’EX MEGASERVICE VUOLE OLTRE 4 MILIONI DI EURO DALL’EX PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

Facebook

27 Maggio 2016

Un risarcimento danni di oltre 4 milioni di euro. L’ha richiesto la curatela fallimentare della Megaservice spa, società messa in liquidazione e poi dichiarata fallita, di proprietà dell’ex Provincia regionale di Trapani, ora Libero Consorzio Comunale. L’atto di citazione promosso dinanzi il Tribunale civile di Palermo, sezione specializzata in diritto d’impresa, porta la firma dell’avvocato Vincenzo Milazzo, curatore fallimentare della società in questione. La richiesta è di 4.388.543 euro e sarebbe, secondo il curatore fallimentare, pari alla perdita totale del patrimonio netto della Megaservice nel periodo di gestione. La società venne costituita il 29 giugno del 2004 – alla Provincia governava il presidente Giulia Adamo – con l’obiettivo di gestire servizi pubblici locali, per l’esecuzione di lavori ed opere e per servizi strumentali. Inizialmente i soci erano due, la Provincia regionale di Trapani ed “Italia Lavoro”, società del Ministeo del Welfare. Aveva un capitale sociale di 500 mila euro e garantì posti di lavoro ed occupazione agli operai e dipendenti dell’ex IMAM di Castelvetrano, società dell’indotto FIAT che non era stata più in grado di rimanere sul mercato dopo le nuove scelte strategiche dell’industria automobilistica di Torino. Il 21 giugno 2013 la Provincia deliberava la sua liquidazione e la Megaservice veniva dichiarata fallita nel 2014. Da qui la nomina del curatore fallimentare ed ora la richiesta di risarcimento danni. Il Libero Consorzio, sulla scorta di una dettagliata relazione del settore società partecipate, ha deciso di costituirsi in giudizio, affidando la sua difesa all’avvocatura del Libero Consorzio ed in particolare gli avvocati Maria Stella Porretto ed Emilio Candore.

Notizie Correlate