ERICE, TRANCHIDA: “UREGA FACCIA PRESTO PER GLI INTERVENTI A SAN GIULIANO”

La storia è questa. All’interno del “contratto di quartiere II” del Comune di Erice sono previsti una serie d’interventi di manutenzione straordinaria in alcuni lotti dell’Istituto Autonomo Case Popolari nel quartiere di San Giuliano. In particolare, nei lotti 8, 10, 11, 12, 13, 21, 23, 25, 45, e 46 per 68 alloggi complessivi. Gli interventi previsti sono di questo tipo: “rifacimento degli impianti elettrici ed idrici compresi i servizi igienico  sanitari e le cucine e rifacimento prospetti”. Si tratta di opere di assoluta necessità perché gli alloggi in questione sono ormai privi “delle fondamentali condizioni igieniche e ambientali e versano oggi in gravi condizioni di degrado abitativo architettonico, estetico e sociale”, si legge in una nota che l’amministrazione comunale di Erice ha inviato all’ufficio regionale per le gare e gli appalti in Sicilia. L’amministrazione Tranchida aggiunge un particolare:  “Anche l’acquisizione in proprietà di una parte degli immobili non ha tuttavia modificato i caratteri di degrado dell’area e degli edifici, atteso che gli attuali nuovi proprietari si sono limitati ad apportare solo alcune migliorie interne agli alloggi. Permangono pertanto gravi problemi strutturali, di risanamento ambientale e di riqualificazione morfologica, soprattutto trattandosi di abitazioni situate in stretta relazione con il litorale marino”. Da qui la richiesta all’Urega di fare prima possibile. Quella che il Comune indica è una corsa contro il tempo per ottenere un risultato: “Completare le operazioni di gara anche al fine di poter assicurare i primi necessari interventi esterni durante il periodo stagionale più mite, così evitando la malaugurata delocalizzazione dei numerosi nuclei familiari d’interesse”. Il potenziamento degli uffici dell’Urega è materia di governo ma Tranchida ha comunque chiesto ai componenti dell’ufficio Simone Bianco, Pietro Canale ed Antonio Curatolo di fare prima possibile.

Commenti

commenti