MARSALA, ESCE DI CASA MA ERA AI DOMICILIARI E LA POLIZIA LO ARRESTA

Facebook

14 Aprile 2016

I “domiciliari” sono sicuramente meglio del carcere ma anche la detenzione nella propria abitazione, prima o poi, porta all’evasione. Qualche giorno fa a Trapani i carabinieri hanno arrestato un giovane che era agli arresti domiciliari ma non aveva resistito alla tentazione di andare in un bar per prendersi un aperitivo. A Marsala sono stati invece i poliziotti a bloccare Antonino Titone, 55 anni, che si è allontanato dalla sua abitazione dove era sottoposto alla detenzione per i reati di rapina e di tentata rapina. Gli agenti del commissariato l’hanno visto transitare per le vie adiacenti al Lungomare. Era a bordo di un motorino guidato da un altro uomo e stava percorrendo la via Monsignor Linares. I poliziotti lo raggiungevano nei pressi della sua abitazione e lo portavano in ufficio. Gli agenti potevano così ricostruire gli spostamenti di Titone. L’uomo si era in precedenza fatto accompagnare da una donna nella zona dell’ospedale e poi nell’abitazione di un noto pregiudicato che si trova nelle vicinanze della Via Monsignor Linares. Poi si era fatto accompagnare a casa quando è stato visto dagli agenti di polizia. E’ così scattato l’arresto per il reato di evasione ed in seguito al giudizio di convalida Titone è stato sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Titone

Antonino Titone

 

 

 

 

 

 

Notizie Correlate