VITTORIA IN TRASFERTA PER IL TRAPANI. SCOGNAMIGLIO, CITRO E PAGLIARULO MANDANO AVANTI I GRANATA

30 Gennaio 2016

Lanciano-Trapani 0-3

RETI: Scognamiglio 31′, Citro 16’st, Pagliarulo 19’st

LANCIANO‬: Cragno, Aquilanti, Amenta, Boldor, Di Francesco, Ze Eduardo (20’st Vastola), Bacinovic (1’st Ferrari), Vitale, Di Matteo, Padovan (20’st Bonazzoli), Marilungo. A disposizione: Casadei, Turchi, King, Di Filippo, Rigione, Di Benedetto. All. Roberto D’Aversa

‪TRAPANI‬: Fulignati, Fazio, Perticone, Scognamiglio (3’st Pagliarulo), Rizzato, Raffaello, Scozzarella, Barillá (24’st Nizzetto), Coronado (35’st Eramo), Montalto, Citro. A disposizione: Nicolas, Daì, Pastore, Cavagna, Sparacello, Mistretta. All. Serse Cosmi

Aribtro: Daniele Martinelli di Roma 2

Assistenti: Alfonso D’Apice di Parma e Pasquale Cangiano di Napoli

Note: Ammoniti Di Francesco nel Lanciano – Pagliarulo, Raffaello nel Trapani; Recuperi: 0’pt-0’st; Corner: 4-4

Un buon Trapani porta via da Lanciano 3 punti pesantissimi. Dopo le sconfitte consecutive contro Ternana e Latina la gara al “Biondi” era molto importante per i granata e la squadra di mister Cosmi non ha sbagliato. Il Lanciano ha fatto vedere tutte le difficoltà che può avere una squadra che si trova al penultimo posto in classifica. Il Trapani si è fatto vedere fin dai primi secondi e già al 22esimo secondo Montalto avrebbe potuto colpire, ma il suo sinistro con una palla vacante al limite dell’area di rigore finisce fuori. I granata controllano la gara ma il Lanciano con qualche sortita sulla fascia sinistra si fa pericoloso e con Padovan rischia di andare in vantaggio. E’ stato necessario il miglior Fulignati – preferito al titolare Nicolas – per evitare lo svantaggio. Il Trapani ha continuato a lasciare qualcosa a sinistra con Vitale che ha cercato la giocata di qualità ma null’altro. La squadra di Cosmi ha cominciato a prendere campo anche se il gioco spesso articolato e fatto di passaggi sempre più fitti ha messo in granata a rischio per qualche errore di troppo nel palleggio. Ma anche quando il Trapani ha perso palla il Lanciano non è mai stato pericoloso. La gara si sblocca alla mezz’ora quando su un calcio di punizione di Scozzarella arriva il colpo di testa di Scognamiglio. Un gol fondamentale per rompere gli equlibri della partita. il Trapani prende coraggio, il Lanciano comincia a sentire i fischi della sua tifoseria sempre più insoddisfatta dell’andamento della gara. Si va negli spogliatoi con un Trapani più che sufficiente e con i padroni di casa in affanno. All’inizio della seconda frazione di gioco il Lanciano prova a buttare nella mischia un attaccante, Ferrari, al posto di Bacinovic. Il Trapani è stato invece costretto a sostituire Scognamiglio che si era fatto male nella parte finale del primo tempo e che non è riuscito a recuperare negli spogliatoi. Entra Pagliarulo. La partita va avanti come nel primo tempo, con i granata che provano a controllare e con il Lanciano che prova a prendere le misure agli avversari senza riuscirci. Nella parte centrale della gara la svolta. Un’altra palla vacante nella trequarti del Lanciano che viene agganciata da Citro. L’attaccante granata entra in area di rigore dalla sinistra mette giù con una finta Cragno ed accompagna la palla in rete di sinistro. Il Lanciano rimane in campo per la firma, i tifosi si fanno sentire ed invitano il loro allenatore D’Aversa ad andarsene. Il Lanciano non riesce mai ad essere incisivo. Il Trapani tiene la difesa alta ed a centrocampo Scozzarella, Barillà e Raffaello provano a nascondere la palla agli avversari. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo e di una respinta affannosa della difesa del Lanciano arriva il terzo gol. Tira in scivolata Raffaello, la palla sta per entrare lentamente in porta ma Pagliarulo che è lì davanti preferisce non correre rischi e la spinge in rete. Sul 3-0 per i granata la partita si è chiusa. Il Trapani avrebbe potuto fare anche qualche altro gol ma ha preferito mantenere palla e far scorrere il tempo. L’arbitro Daniele Martinelli non concede neanche un minuto di recupero ed al 90′ il Trapani può esultare per la sua seconda vittoria in trasferta, dopo quella di Salerno con rete di Citro.

24esima giornata serie B

Lanciano-Trapani 0-3

Avellino-Cagliari 1-2

Crotone – Perugia 1-2

Cesena-Ascoli 3-0

Brescia-Livorno 1-3

Ternana-Modena 2-1

Latina-Pro Vercelli 1-0

Pescara-Bari 3-1

Como-Vicenza 1-1

Entella-Novara domani 17,30

Spezia-Salernitana lunedì 20,30

CLASSIFICA: Cagliari 52 punti, Crotone 51, Pescara 46, Bari 39, Novara, Brescia 38, Cesena 37, Avellino 35, Perugia 33, Trapani 32, Latina, Entella 31, Ternana, Spezia 30, Vicenza 28, Livorno 27, Ascoli 26, Modena 25, Pro Vercelli 24, Salernitana 23, Lanciano 21, Como 19.