CRACOLICI: “A PRIMAVERA RIPARTIRA’ LA TONNARA DI FAVIGNANA”

C’è il sigillo politico dell’assessore regionale alla Pesca Antonello Cracolici. In primavera a Favignana tornerà la mattanza. “Abbiamo – ha dichiarato l’assessore –  74 tonnare fisse in Sicilia e nessuna di esse attiva. Posso dire che a partire dalla prossima primavera faremo ripartire Favignana come tonnara turistica. E grazie ad un emendamento approvato a Strasburgo sarà possibile rivedere la distribuzione  delle quote tonno che oggi penalizzano la Sicilia”. L’annuncio di Cracolici è arrivato a margine dei lavori dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo. La sessione plenaria si è tenuta oggi nella Sala Gialla dell’Assemblea regionale siciliana. L’assessore ha poi fatto il punto della situazione sulla pesca siciliana: “Troppo spesso in questa Regione le risorse provenienti dall’Europa e dallo Stato sono state vissute come un bancomat a cui attingere che risorse da finalizzare ad un progetto di crescita e innovazione. Sono stati spesi tanti soldi, ma è mancato un sistema efficiente in grado di analizzare e programmare il reale impatto sociale ed economico che questa spesa ha lasciato. Il settore della pesca siciliana ha perso tanto in questi anni in termini di occupazione e natanti ma restiamo e rappresentiamo comunque oltre il 30% della marineria italiana e siamo la prima regione per l’incidenza della pesca artigianale”. Ma c’è un dato paradossale che Cracolici ha voluto sottolineare: “Malgrado ciò il 70% del pesce consumato in Sicilia lo importiamo”.

 

Commenti

commenti