TRAPANI CALCIO, RATING DI LEGALITA’. ORA PAUSA CAMPIONATO

28 Dicembre 2015

Rating di legalità attribuito al Trapani Calcio. L’iniziativa è dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Si tratta di un parametro introdotto in Italia nel 2012 che “premia” le aziende che rispettano una serie di requisiti etici e giuridici in ambito penale, civile e fiscale e sul piano della leale concorrenza. Una sorta di “bollino blu” per gli imprenditori e le loro aziende virtuose sul piano economico e del rispetto delle leggi. Il Trapani Calcio ha ottenuto il riconoscimento non solo perché rispetta i requisiti base, ma anche per una serie di requisiti premiali, quali il rispetto dei Protocolli di Legalità, sottoscritti da Ministero dell’Interno, Confindustria e Alleanza delle Cooperative Italiane, l’utilizzo di sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per somme inferiori a quelle fissate dalla legge. Il Trapani Calcio è l’unica società sportiva che si occupa di calcio ad essere iscritta attualmente nell’elenco delle aziende con rating di legalità. Sul fronte prettamentr sportivo la società ha invece annunciato la rescissione del contratto, con un accordo consensuale, con il tecnico in seconda Lorenzo Rubinacci a Trapani dal marzo scorso, quando è cominciata l’esperienza in granata di mister Serse Cosmi. Dopo la vittoria di domenica sul Bari, 1-0, c’è stato il rompete le righe per la pausa del campionato di serie B che riprenderà a metà gennaio. I granata hanno concluso il girone d’andata con 29 punti, frutto di 7 vittorie ed 8 pareggi. Le sconfitte sono state 6.