ERICE, SANTINO ALASTRA ADERISCE AL PSI. NOVITA’ ANCHE A MAZARA E CAMPOBELLO

22 Dicembre 2015

A 24 ore dal documento del portavoce di “Erice che Vogliamo” Gianni Mauro, che garantiva sulla compattezza del movimento arriva la “doccia fredda”. Uno dei consiglieri eletti nella lista “Erice che Vogliamo, Santino Alastra, ha deciso di lasciare il movimento ed il gruppo consiliare di appartenenza per aderire ed entrare a far parte di quello del Psi. L’ufficializzazione oggi in consiglio ma Alastra l’ha annunciato ieri sera a Buseto Palizzolo partecipando al consueto incontro per gli auguri di Natale e di fine d’anno del Partito Socialista. L’adesione di Alastra va ad aggiungersi a quella di Giovanni Maltese. In poche settimane la maggioranza che sostiene il sindaco Giacomo Tranchida ha perso due rappresentanti. Maltese proveniva dall’opposizione – eletto nella lista Grande Sud – ma in corso d’opera aveva scelto di sostenere l’amministrazione. Decisione che ha revocato qualche giorno fa tornando all’opposizione con l’ingresso nel gruppo del Psi. L’adesione di Alastra al Psi è invece la prima crepa nel movimento tranchidiano. La sua adesione al Psi non è più una indiscrezione ma un dato politico, così come lo è stato lo strappo definitivo di Enzo Caico dal Psi. Dalla sua posizione autonoma e dalla pausa di riflessione nei confronti del Psi è passato alla scelta di aderire al Pd, ponendosi a sostegno dell’amministrazione Tranchida. Nell’incontro di Buseto il Psi trapanese ha incassato anche l’adesione dell’ex consigliere ed assessore provinciale di Forza Italia e Pdl Duilio Pecorella. L’esponente politico mazarese è stato anche coordinatore dei giovani di Forza Italia. Adesione rinviata, soltanto di qualche giorno, e legata ad una manifestazione politica di presentazione, l’adesione al Psi del sindaco Giuseppe Castiglione. Faranno la stessa scelta anche il vicesindaco Antonina Moceri e di tre consiglieri comunali. Campobello di Mazara si appresta dunque ad essere un Comune a guida Psi.

Notizie Correlate