CASTELVETRANO, I CARABINIERI FANNO LUCE SU UN ACCOLTELLAMENTO

Una coltellata in pieno addome che poteva essere letale. L’ha sferrata Giuseppe Tummarello, 29 anni, castelvetranese. La vittima, A.M. di 36 anni, anche lui castelvetranese. E’ accaduto tutto all’alba del 13 dicembre nel parcheggio antistante di un pub cittadino. L’uomo è stato portato in ospedale dal personale del 118 ed è arrivato al “Vittorio Emanuele II” privo di conoscenza. Da qui l’immediato intervento chirurgico. A.M. è stato dimesso dopo 25 giorni di convalescenza per “trauma facciale con frattura ossa nasali e ferita da taglio cresta iliaca sx da arma bianca di circa 2 cm”. I carabinieri hanno riscostruito i fatti e dalla ricostruzione sarebbe emerso che la lite tra i due era nata complice qualche birra di troppo bevuta all’interno del locale. Tummarello, dopo l’aggressione, ha deciso di scappare facendo perdere le sue tracce. I carabinieri sono però riusciti ad individuarlo raggingendolo nella sua abitazione. Scattava la perquisizione ed i militari dell’Arma trovavano gli abiti ancora sporchi di sangue. Non è stato facile perché erano stati ben nascosti. Tummarello è stato portato in caserma e lì ha ammesso di avere accoltellato A.M. Arrestato con l’accusa di lesioni aggravate ha ottenuto i domiciliari. Ha l’obbligo di dimora nel Comune di Castelvetrano, e deve presentarsi ogni giorno in caserma.

Commenti

commenti