LA SENATRICE PD ORRU’, LA NUOVA NOMINA PARLAMENTARE E L’EFFETTO TRAPANI

16 Dicembre 2015

La nomina è di qualche giorno fa ed è di quelle  che pesano. La senatrice Pamela Orrù è il nuovo capogrupp del Pd nella commissione bicamerale per le Questioni Regionali Un riconoscimento che qualifica e valorizza il lavoro svolto finora dalla parlamentare trapanese in quel di Roma. Ma è una nomina che finisce per avere anche una sorta di “effetto Trapani”. E’ la conferma. Anzi, la riprova, che la senatrice non sarà una meteora politica. Chi, nella sua città, pensava ad una breve parentesi a Palazzo Madama e nulla più comincia a ricredersi. Le quotazioni della senatrice sono in rialzo. Quello che più conta è che sono in rialzo senza sostegno altrui. La Orrù ha fatto la parlamentare a tutto tondo. Ha lavorato nelle commissioni ed in Aula ed il partito lo sta riconoscendo. Qui a Trapani è ormai un soggetto politico autonomo. Si è “liberata” degli amici iniziali che forse pensavano di “manovrarla” a loro piacimento. Ha nuovi “alleati” interni ma non si è fatta condizionare dalle loro scelte. Ha fatto parte della maggioranza che ha eletto l’attuale gruppo dirigente provinciale del partito, ma nei fatti non c’è più da tempo. Ma non ha polemizzato. Non ha alzato i toni dello scontro. Ha le sue idee e si è fatta sentire nelle sedi opportune. E’ sempre più un “soggetto politico autonomo” e alle prossime elezioni comunali di Trapani il Pd dovrà verificare quali saranno le sue scelte. Le è stato chiesto di avere più “coraggio”, di essere più visibile. Lei finora ha ascoltato tutti ma ha raggiunto i suoi risultati lavorando spesso sotto traccia. Scelta che è stata, al momento, vincente. Ma anche la senatrice sa che le Comunali del 2017 saranno il momento della verità anche per lei.

Notizie Correlate