ECCO COME LA REGIONE INTENDE VENDERE LE QUOTE AIRGEST

11 Dicembre 2015

La Regione vuole vendere le sue azioni ma non dice ancora quanto intende mettere a disposizione degli altri soci o del mercato. Ha il 59,68% delle quote della società di gestione dell’aeroporto di Birgi. Ritiene che lo scalo trapanese non sia una società che rientra “nelle aree strategiche” della sua attività. Dice anche che l’Airgest “svolge un servizio d’interesse generale necessario al fine di ridurre il gap legato all’insularità, che rappresenta uno svantaggio strutturale”. Ed è per questa condizione di base che la Regione “ha autorizzato il mantenimento della partecipazione azionaria per il tempo necessario alla realizzazione dell’investimento illustrato nel piano industriale 2015/2019 al fine di valorizzare le azioni e poter dismettere le stesse, successivamente, mediante nomina di un Advisor”. C’è scritto questo nel decreto del presidente della Regione Rosario Crocetta che ha dato il via libera al “Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie, direttamente o indirettamente, possedute dalla Regione”. Nel piano c’è l’Airgest e di conseguenza l’aeroporto di Birgi. Il percorso verso la privatizzazione ha alcuni punti fermi ma anche alcune incognite. La Regione nominerà un Advisor che dovrà, in sintesi, quotare l’aeroporto. Dovrà dire quanto vale ogni singola azione. Concluso questo lavoro, l’esito della quotazione dovrà essere comunicato al consiglio d’amministrazione dell’Airgest. Comunicazioe che dovrà essere fatta entro 15 giorni dalla fine dell’attività dell’Advisor. Ricevuta la comunicazione il Cda avrà, a sua volta, altri 15 giorni di tempo per chiamare in causa i soci. Deve infatti verificare se intendono far valere il diritto di prelazione sulle quote che, nel frattempo, la Regione avrà deciso di mettere sul mercato. E’ questa la prima incognita. Qual è la percentuale di azioni che la Regione è disposta a lasciare? I soci, “Infrastrutture Sicilia” (32,58%), Cesare Quercioli Dessena (5,73%) e la Camera di Commercio di Trapani (1,66%) dovranno dire, entro 20 giorni, se sono interessati al diritto di prelazione. Se nessuno di loro dirà di sì le quote andranno sul mercato con una gara ad evidenza pubblica. Se anche la gara dovesse andare deserta verrebbero fatte altre gare con un ribasso sul valore delle azioni. Anche l’Advisor sarà scelto con una selezione ad evidenza pubblica. L’Airgest ha un capitale sociale di 7.748.522,88 euro ed un patrimonio netto di 9.343.000 euro. Può inoltre contare su una forza lavoro di 77 dipendenti. Il nuovo consiglio d’amministrazione è composto dal presidente Franco Giudice e dai componenti Paolo Angius, in rappresentanza della parte privata, e Luciana Giammanco, dirigente della Regione.

Notizie Correlate