TRAPANI, NUOVO GRUPPO PD. ARRIVA PEPPE MARINO

5 Dicembre 2015

Il Pd di Trapani è ormai una fucina di colpi di scena. Il suo segretario cittadino Francesco Brillante ha annunciato la ricostituzione del gruppo consiliare a Palazzo Cavarretta. Appena qualche giorno dopo l’autosospensione dei due consilgieri Enzo Abbruscato e Nino Grignano. La loro mossa era stata necessaria per avviare il chiarimento interno al partito dopo il no al rinnovo della tessera del consigliere Ninni Passalacqua, deferito alla commissione di garanzia per avere votato contro la mozione di sfiducia al sindaco Vito Damiano ed alla necessità invocata dai due consiglieri di fare il punto sulla linea del Pd in città. Il chiarimento si è ora concretizzato con l’adesione ai democratici del neo consigliere Peppe Marino, subentrato al consigliere Peppe Ruggirello (1958), sospeso per una condanna penale. Marino è stato uno dei firmatari della mozione di sfiducia contro il primo cittadino. Ma è stato anche uno dei grandi assenti il giorno del confronto e del voto sulla mozione. Nel 2012 si è candidato nella lista “Grande Sud”, il movimento dell’ex sottosegretario Gianfranco Miccichè che in quella fase politica aveva rotto con Forza Italia puntando su un progetto autonomista per la Sicilia, che lo portò a candidarsi alla presidenza della Regione. La lista di Marino sostenne la candidatura a sindaco di Peppe Maurici, mentre il Pd scelse di puntare su Sabrina Rocca. Marino è stato per lungo tempo vicino all’ex assessore e consigliere comunale Diego Di Discordia, che, a sua volta, è stato assessore dell’ex sindaco Mimmo Fazio, anche se nel 2012 le strade dei due si divisero con Di Discordia al fianco di Maurici e Fazio a sostegno di Vito Damiano. Il segretario del Pd Brillante ha voluto sottolineare che l’adesione di Marino ha avuto il via libera degli altri due consiglieri del Pd Abbruscato e Grignano. Oggi dalle 10 alle 12 riprende la campagna di tesseramento al Pd di Trapani. Si riparte dalle 40 tessere dello scorso 30 novembre. Di queste 9 rinnovi e 3 nuove adesioni che, nella maggior parte dei casi, sarebbero riconducibili all’area dell’onorevole Paolo Ruggirello che, attualmente, con i consiglieri che hanno sempre fatto riferimento a lui ed alla sua azione politica, è il perno centrale della coalizione anti-mozione che sta sostenendo il nuovo corso dell’amministrazione Damiano. Gli ex “Articolo 4” di Ruggirello possono infatti contare sull’assessore Michele Cavarretta, sull’amministratore delegato della “Trapani Servizi” Mario Carta, vicino al consigliere Peppe La Porta e sul neo vicepresidente del Luglio Musicale Trapanese Ermenelgildo Ceccaroni, considerato vicino al consigliere Francesco Guarnotta.

 

Notizie Correlate