OMICIDIO ANASTASI, MARITO E AMANTE IN APPELLO

17 Novembre 2015

S’è aperto ieri, davanti la seconda sezione della Corte d’Assise d’Appello di Palermo, il processo a carico di Salvatore Savalli, l’operaio trapanese di 42 anni chiamato a rispondere, insieme con l’amante, Giovanna Purpura, dell’omicidio della moglie, Maria Anastasi,  uccisa, il 4 luglio di tre anni fa, nelle campagne trapanesi. La prima udienza è stata dedicata alle questioni preliminari. La Corte ha rigettato le richieste di perizia criminologica e psichiatrica avanzate dai difensori dei due imputati. Il processo proseguirà il 21 dicembre con la requisitoria del procuratore generale. Savalli e Purpura vennero condannati in primo grado alla pena dell’ergastolo. I familiari della vittima, assistiti dall’avvocato Concetta Inglese, si sono costituiti parte civile.

 

 

Notizie Correlate