CONGRESSO FORZA ITALIA, D’ALI’: “IL NOSTRO OBIETTIVO E’ LA GRANDE CITTA'”

24 Ottobre 2015

“Non vi libererete di me fino a quando non avrò realizzato il progetto della “Grande Città”. L’obiettivo del senatore Antonio D’Alì è dichiarato. Ed ancora: “Se qualcuno vuole mandarmi in pensione contribuisca a realizzarlo ed io mi riterò”. Ad ascoltarlo i congressisti di Trapani, Erice, Valderice e Paceco che hanno eletto i rispettivi nuovi gruppi dirigenti. Un partito, quello di Forza Italia, sempre più “daliliano”. E’ lui il leader indiscusso e lui che ha dettato la nuova linea che i rappresentanti forzisti degli altri Comuni hanno sottoscritto e sono pronti a sostenere. D’Alì dice anche perché la Grande Città è rimasta finora soltanto sulla carta: “La classe politica locale non è convinta e non vuole rinuniciare a quattro sindaci, a quattro consigli comunali, a quattro uffici tecnici e così via. Con l’attuale frammentazione territoriale si consolidano piccole posizioni di potere”. “Ci troviamo però di fronte – ha aggiunto – a Comuni che non dialogano tra di loro. A proposito di Trapani la nostra firma sulla mozione di sfiducia aveva come punto forte la mancata realizzazione di questo progetto che fa parte del programma del sindaco”. Il senatore forzista ha anche voluto fare un esempio: “Per migliorare la viabilità nel nostro territorio sarebbe necessaria una circonvallazione dal quadrivio fino a San Cusumano ma buona parte dell’opera dovrebbe essere realizzata nel territorio ericino. Vi lascio immaginare cosa accadrebbe con i Comuni divisi come sono in questo momento”. D’Alì indica la “Grande Città” come il suo terzo obiettivo: “I primi due sono riusciti a raggiungerli. Mi riferisco alla Coppa America ed i due milioni di passeggeri all’aeroporto di Birgi quando ero presidente della Provincia”. Per arrivare alla terza meta il senatore punta su “una nuova spinta di entusiasmo e di convinzione, anche di rabbia e di determinazione”. D’Alì guarda anche indietro: “Preparerò un libro con tutto quello che è stato fatto per la città di Trapani rispetto all’ordinario. Ho già fatto un prima ricognizione che mi ha sorpreso. Sono arrivati a Trapani, come finanziamenti straordinari. E 300 milioni di euro in provincia”. La nuova sfida è la “Grande Città” all’interno di quello che il senatore ha chiamato “Progetto Trapani”. Progetto che dovrà però fare i conti con quello che il senatore ha definito “il governo regionale peggiore in assoluto. Hanno fatto 3 leggi importanti, sistema idrico, abolizione delle Province ed appalti. Tutte e tre le leggi sono state impugnate dal governo nazionale che è dello stesso colore politico. Ma tutto questo non è soltanto colpa di Crocetta. Ci sono anche le responsabilità della sua maggioranza e quelle dei Cinquestelle. Nessuno può infatti dimenticare che i Cinquestelle hanno permesso l’avvio del governo Crocetta”. Forza Italia pensa alle Regionali siciliane come il primo step per vincere le elezioni Politiche. Le Regionali arriveranno prima e la Sicilia, secondo i berlusconiani, potrebbe essere, ancora una volta, laboratorio politico. D’Alì nella sua relazione,tornando a parlare di Trapani, ha promosso il Luglio Musicale – presente al congresso dell’Hotel Crystal il consigliere delegato Giovanni De Santis – ed ha annunciato, a breve, l’avvio dei lavori a Palazzo Lucatelli che dovrebbe essere trasformato nel nuovo teatro della città. Passi avanti anche per la ristrutturazione del LiceoClassico.

Il congresso

Congresso unitario per tutti e quattro Comuni, una sola lista presentata, con il candidato alla guida del coordinamento e lo stesso coordinamento. Eletti per acclamazione. Unità d’intenti e di voto anche per i delegati al congresso provinciale che si svolgerà in primavera. I lavori congressuali sono stati presieduti dalla senatrice Anna Maria Bernini: “Possiamo vincere le prossime elezioni Politiche e battere i finti rottamatori e l’incantatore di serpenti Matteo Renzi. Dobbiamo ricordarci e ricordare alla nostra gente tutto quello che abbiamo fatto. Noi le tasse le abbiamo abbassate davvero”. Alla presidenza del congresso anche il coordinatore regionale Vincenzo Gibiino, senatore forzista: “Dobbiamo vincere le elezioni in Sicilia perché arrivano prima delle Politiche. Ci saranno quattro candidati. Quello della nuova cosa rossa che si sta formando. Questi non andranno mai con Renzi. Poi ci sarà il candidato del Pd e dell’alleanza che definisco una melassa, il candidato del centrodestra che dovrà avere Forza Italia come motore della coalizione ed il candidato del Movimento Cinquestelle. Per vincere, come dice il nostro leader Silvio Berlusconi, dobbiamo tornare a parlare ai tanti elettori che votavano per noi e che hanno deciso di restare a casa”.

La nuova dirigenza di Forza Italia

Trapani

Coordinatrice comunale: Anna Maria Incarbona
Componenti del comitato comunale (25): Salvatore La Pica, Giulio D’Alì Solina, Salvatore Barraco, Luciano Tartamella, Rosalia Citrolo, Beatrice Fontana, Maurizio Spanò, Carmelo Di Girolamo, Giuseppe Randazzo, Giuseppe Guaiana, Lorenzo Giuffrida, Letizia Scarlata, Sergio Sartarelli, Daniela Fonte, Salvatore Bellomo, Greta Bonventre, Laura Cassaro, Anna Benivegna, Mario Savalli, Angela Occhipinti, Anna Benivegna, Michele Cernigliaro, Andrea Buffa, Vito Greco, Giuseppe Cernigliaro
Delegati al congresso provinciale (9): Rosalia Citrolo, Michele Cernigliaro, Giuseppe Randazzo, Paola Pintore, Giulio D’Alì Solina, Salvatore Barraco, Giuseppe Guaiana, Luciano Tartamella, Christian Salone
Paceco
Coordinatore comunale: Vincenzo Poma
Componenti del comitato comunale (10): Francesco Barbara, Girolamo D’Antoni, Toruccio Miceli, Rosaria Viviana Nolfo, Vincenzo Poma, Giovan Battista Culcasi, Giuseppe Culcasi, Anna D’Antoni, Giacoma Valenti, Antonio Mercurio
Delegati al congresso provinciale (3): Francesco Barbara, Girolamo D’Antoni, Rosaria Nolfo
Erice
Coordinatrice comunale: Alessandra Fontana
Componenti del comitato comunale (15): Vincenzo Scarlata, Mario Scarlata, Agata Caradonna, Gerard Fontana, Lorena Erice, Giuseppe Peraino, Vera Mineo, Mario Ruggirello, Francesca Benivegna, Gaspare Gianformaggio, Carlo Napoli, Vito Dolce, Michele Buffa, Salvatore Carollo, Antonella Gandolfo
Delegati al congresso provinciale (4): Salvatore Carollo, Alessandra Fontana, Giuseppe Peraino, Vincenzo Scarlata
Valderice
Coordinatore comunale: Salvatore Colomba
Componenti del comitato comunale (5): Alberto Sansica, Vincenzo Iovino, Silvana Agosta, Rosanna Castiglione, Tommaso Esposito
Delegati al congresso provinciale (3): Salvatore Colomba, Alberto Sansica, Camillo Iovino

Notizie Correlate