TRAPANI, “ARTICOLO 4” SI SPACCA. AL VIA IL CONFRONTO SULLA SFIDUCIA A DAMIANO

22 Ottobre 2015

All’inizio della seduta per la mozione di sfiducia al sindaco di Trapani Vito Damiano il segretario generale del Comune ha registrato, dopo l’appello, la presenza di 21 consiglieri su 30. Il rappresentante di Forza Italia Nicola Lamia – non è presente- ha comunicato, con una nota, la sua assenza dal confronto consiliare. La conferenza dei capigruppo ha deciso il percorso da seguire: un’ora per illustrare la mozione di sfiducia, stesso tempo per la replica del sindaco, 30 minuti per ogni intervento consiliare, 5 minuti per la dichiarazione di voto, con l’obiettivo di concludere i lavori consiliari, con il voto finale, per le ore 20. Ad inizio della seduta il presidente del consiglio PeppE Bianco ha comunicato la decisione dei consiglieri Micehele Cavarretta, Silvio Mangano e Francesco Guarnotta di lasciare il gruppo di “Articolo 4”. Faranno parte del gruppo misto così come i due consiglieri che sono rimasti nel gruppo di appartenenza Nicola Sveglia e Peppe La Porta. Il consigliere Fazio ha proposto di non contingentare i tempi del confronto sulla mozione ma l’aula ha confermato la decisine assunta in conferenza dei capigruppo. Lo stesso Fazio ha avviato la presentazione della mozione: “In questo documento non c’è nulla di politico. Non c’è un solo punto del programma che sia stato realizzato da questa amministrazione”.

Notizie Correlate