CONSIGLIO/9, BRIALE: “MOZIONE FRAGILE. DAMIANO DIA UNA SVOLTA AMMINISTRATIVA”

22 Ottobre 2015

“La mozione di sfiducia è fragile”. Per il consigliere Franco Briale non ci sono le condizioni politiche per approvarla. L’esponente consiliare ha invitato il sindaco Damiano ad avviare una fase di svolta, “registri la macchina. Le risposte di Damiano alle contestazioni della mozione sono state chiare, qualcuna avrà anche una sua concretezza, ma Damiano ha dovuto amministrare in condizioni difficili. Amministrare senza soldi non è certo facile”. Briale ha affrontato anche la questione politica: “Ascoltando l’intervento del consigliere Fazio si ha l’impressione di essere rimasti indietro a 3 anni e mezzo fa. Ma ai cittadini le questioni personali tra l’ex sindaco e l’attuale sindaco non interessano. Hanno bisogno di risposte concrete per risolvere i problemi della città. Ed è quello che bisogna fare per chiudere al meglio questa fine del mandato consiliare ed amministrativo”. Quello di Briale è stato il primo intervento di dissenso alla sfiducia e di dialogo con il primo cittadino. Il Pd si è fatto sentire, anche con il consigliere Nino Grignano: “Noi del Pd voteremo la sfiducia perché è arrivato il momento di fare chiarezza su questa esperienza di governo. Damiano non è stato eletto per caso ma perché quelli che l’hanno voluto ora puntano a mandarlo a casa. Ci sono precise responsabilità che i cittadini trapanesi riusciranno ora comprendere”. Grignano ha poi chiesto al sindaco di dimettersi prima del voto: “Liberi questa città e le consenta di avere una nuova classe dirigente”.

Notizie Correlate