TRAPANI, VERTICE PD-PSI: VERSO IL VIA LIBERA ALLA MOZIONE DEI 13

19 Ottobre 2015

La mozione di sfiducia – quella che sarà discussa giovedì prossimo – avrebbe fatto un passo avanti. Oltre 2 ore di confronto tra i vertici provinciali e comunali di Pd e Psi potrebbero aprire la strada per una svolta. I due partiti sarebbero infatti pronti a votare la sfiducia al sindaco di Trapani Vito Damiano. La bilaterale ha visto come protagonisti i segretari provinciali Marco Campagna (Psi) e Vita Barbera (Psi) e quelli comunali Pietro Bevilacqua (Psi) e Francesco Brillante (Pd). Presenti anche i capigruppo Enzo Abbruscato (Pd) ed Andrea Vassallo (Psi). Non ci sarebbe più quella sorta di “veto” sulla mozione in discussione a Palazzo Cavarretta. Pd e Psi hanno rinsaldato l’alleanza che ha come strumento operativo il patto federativo confermando la loro comune volontà di proporre un progetto politico unitario per il governo della città. Il via libera alla mozione di sfiducia dovrebbe arrivare nelle prossime ore con un documento ufficiale dei due partiti. I rispettivi gruppi diigenti si sono presi una pausa di 24 ore per passare la decisione che hanno preso al vaglio dei gruppi. Sulla carta, Pd e Psi possono contare su 6 consiglieri e di conseguenza su 6 voti per la mozione. Rimane da sciogliere il nodo Ruggirello. L’onorevole fa parte del Pd ma  i suoi amici in consiglio continuano ad essere espressione di un gruppo consiliare autonomo che continua a chiamarsi “Articolo 4”. In tutto si tratta di 5 consiglieri. Numeri che sarebbero determinanti per approvare la mozione di sfiducia dei 13.

Notizie Correlate