ERICE, TRANCHIDA “SFIDUCIA” L’ASSESSORE MONTANTI CHE HA 24 ORE PER DECIDERE

15 Ottobre 2015

Laura Montanti ha ancora 24 ore di tempo per presentare le sue dimissioni da assessore del Comune di Erice. E’ il tempo che le avrebbe concesso il sindaco Giacomo Tranchida per evitare la revoca della nomina. Il primo cittadino sarebbe stato quanto mai chiaro nei confronti della Montanti comunicandole di avere perso la fiducia nei suoi confronti. Non ci sarebbero dunque margini di recupero. Tra l’assessore, ormai “sfiduciato”, ed il sindaco ci sarebbe il bilancio di previsione del 2015 e la necessità di recuperare circa 600 mila euro per farlo quadrare. I conti non tornano e di conseguenza l’amministrazione dovrà trovare una soluzione. La fonte di finanziamento dovrebbe essere quella dell’introiti relativi agli accertamenti IMU sulle aree edificabili per gli anni che vanno dal 2009 al 2014. Ed è su questo punto e sul suo reale impatto sul bilancio che si è aperto il contenzioso prima tra il sindaco Trapani e l’ufficio e poi tra lo stesso sindaco e l’assessore alle Finanze Montanti, che sarebbe prima rimasto schiacciato tra i due fronti e poi in contrapposizione al sindaco per non avere condiviso l’intervento veemente del primo cittadino nei confronti dell’ufficio. Da qui lo strappo con la Montanti. “Hai perso la mia fiducia”, avrebbe detto Tranchida. Il Pd è stato avveertito dello strappo. Dal sindaco sarebbe arrivata anche la richiesta di un nuovo nominativo che i democratici non sembrano tuttavia intenzionati a dare. La Montanti – almeno da una parte del Pd – sarebbe stata invitata a rimanere al suo posto. Se il sindaco procederà alla revoca della nomina il Pd potrebbe rispondere con la richiesta di azzeramento della giunta.

Notizie Correlate