RUGGIRELLO: “IL PD NON VOTA LA MOZIONE FAZIO CHE FAREBBE BENE A DIMETTERSI”

13 Ottobre 2015

Fazio ha sbagliato e non sarà Ruggirello a risolvergli il problema. Il deputato regionale del Pd, con una sua nota, aggiunge un altro elemento per chiarire la posizione del suo partito. “Fazio – ha dichiarato il parlamentare dei democratici – ha arrecato un grande danno alla città e chiama in causa, oggi, le altre forze politiche che agiscono su regole ben precise e di certo non a seconda dei suoi umori. La posizione del Partito Democratico è chiara: non è disposto a risolvere un problema di cui Fazio è artefice e per la cui risoluzione pretende di dare ordini. Fazio non può parlare di chiarezza di posizioni se lui è il primo a presentare la mozione di sfiducia contro Damiano, dopo averlo sostenuto in campagna elettorale, ma continua a sedere fra i banchi del consiglio comunale e non rassegna le dimissioni”. Ruggirello è chiaro. Più del resto del Pd perché dice chiaramente che il suo partito non voterà la mozione di sfiducia presentata e che sarà discussa il prossimo 22 ottobre. Il deputato finisce per polemizzare con il collega all’Ars: “Non si possono accettare lezioni di politica da Mimmo Fazio. La città di Trapani sta scontando il prezzo di una scelta amministrativa sbagliata, di cui lui insieme al senatore D’Alì sono stati i principali suggeritori”. La nota di Fazio che ha parlato di un Pd contraddittorio non è andata giù a Ruggirello: “Anziché preoccuparsi di quello che accade in casa d’altri, ovvero all’interno del Pd, dovrebbe mostrare serietà e rispetto ai cittadini che lo hanno seguito nella scelta del sindaco e rassegnare le dimissioni, quale massima espressione di contrarietà in un progetto politico che non condivide”.

 

Notizie Correlate