IL PRESIDENTE BIANCO “RISPONDE” ALLE CRITICHE DI SALONE

6 Ottobre 2015

Il presidente del consiglio Peppe Bianco non lo cita mai ma la sua dichiarazione sulla seduta convocata per discutere la mozione di sfiducia contro il sindaco di Trapani Vito Damiano è una risposta alle critiche di Francesco Salone. La proposta del presidente Bianco – consiglio il 22 ottobre alle ore 10,30, Palazzo Cavarretta – è stata approvata a maggioranza. Bianco ha voluto fare chiarezza sull’orario, 10,30, contestato dal consigliere Salone che lo considera strumentale per impedire che vi sia la presenza di tanta gente: “Ho ritenuto di proporre l’orario antimeridiano – ha sottolineato il presidente Boanco – per dar modo al consesso civico di avere tutto il tempo necessario per affrontare il dibattito, che certamente sarà complesso e articolato”. Il presidente fa chiarezza anche su un’altra nota polemica di Salone che aveva proposto di convocare l’aula per il 26 ottobre per dare all’amministrazione Damiano la possibilità di presentare il bilancio. “Da un gruppo consiliare – ha aggiunto Bianco – era stato chiesto di posporre la data della convocazione al 26 ottobre, ma io personalmente, come anche la maggioranza dei capigruppo, ho preferito il giorno 22 perché per legge la mozione va discussa entro il 28 ottobre, e qualunque intoppo il 26 avrebbe potuto comportare la scadenza dei termini”.L’ultima sfida a distanza con Salone riguarda la scelta della sede consiliare. Salone aveva messo in campo la Sala Perrera, ma i capigruppo hanno detto no. “Il Palazzo Senatorio Cavarretta è la sede istituzionale del consiglio – ha concluso Peppe Bianco – ed è giusto che qui avvenga il dibattito. Gli spazi per i cittadini che vogliano assistere ai lavori ci sono, non ci sarebbe stato alcun motivo di cambiare luogo”.La conferenza dei capigruppo ha anche fissato le date della sessione ordinaria dei lavori d’aula che si terranno nei giorni 12, 15 e 19 ottobre alle ore 10,30.

 

Notizie Correlate