BIRGI, NOMINE “CONGELATE” PER APPROFONDIRE LA VERTENZA QUOTE ROSA

Il nuovo corso dell’Airgest si sta incartando su se stesso. L’assemblea dei soci che doveva, stamattina, dare il via libera definitivo alle nuove nomine si è fermata di fronte alla richiesta di nuovi approfondimenti da parte della Regione, azionista di maggioranza dell’aeroporto di Birgi. Le nomine del nuovo presidente Franco Giudice, del direttore generale del dipartimento Infrastrutture della Regione Fulvio Bellomo e di Paolo Angius, in quota ai privati, erano state “congelate”” perché era scattato l’allarme rosso del mancato rispetto della quota rosa, prevista per legge. La Regione ha chiesto di approfondire la questione perché a Palermo, nelle ultime scelte fatte dal vertice della Gesap, la società di gestione del “Falcone Borsellino” nessuno si  posto il problema di rispettare la cosiddetta quota rosa. Dalla presidenza della società fino al collegio sindacale è una conferma ripetuta di nomine al maschile, senza prendere in considerazione la legge che prevede anche l’annullamento delle stesse designazioni. Nei prossimi giorni dovrebbe sbrogliarsi la matassa che si sta facendo alquanto intricata. E’ comunque evidente il tentativo della Regione di ridurre il peso specifico del territorio trapanese nel governo dell’aeroporto di Birgi. Un dato che è essenzialmente politico e che finisce per investire l’intera deputatazione regionale del collegio trapanese.

Commenti

commenti