SCONTRO SINDACO ERICE-PSI, ALASTRA ACCUSA: “TRANCHIDA TENTA DI ACUIRE I RAPPORTI TRA PSI E PD”

Facebook

30 Settembre 2015

“La condotta consiliare del Partito Socialista Italiano è conseguente all’esito del voto delle amministrative del 2012 che lo colloca all’opposizione”. Il capogruppo del Psi di Erice Giuseppe Alastra replica al sindaco Giacomo Tranchida che dopo la seduta consiliare di ieri sera aveva accusato i socialisti di agire in combutta con i berlusconiani.  “Nonostante all’opposizione – precisa Alstra – , il gruppo ha votato favorevolmente quegli atti che ha ritenuto di condividere, ritenendoli di interesse della collettività; pur rimanendo nel ruolo di opposizione, nel rispetto del patto democratico conferito dagli elettori. Su un altro piano si pone invece la questione dei rapporti tra i partiti per le amministrative 2017. Quando si esaurirà l’esperienza del sindaco Tranchida ad Erice, si apriranno nuovi scenari politici, sanciti da documenti ufficiali. Il gruppo consiliare condivide infatti la linea politica che fa riferimento al Patto Federativo PD-PSI e che prevede anche la presenza di piccoli movimenti locali riconducibili al centrosinistra”. Patto su cui il sindaco di Erice ha però posto il veto dichiarandosi contro qualunque allaeanza con il Partito Socialista Italiano. “E’ chiaro, pressoché a tutti – dice Alastra -, il tentativo di Tranchida di cercare strumentalmente e artificiosamente di alimentare motivi di contrasto e incidenti di percorso che possano acuire i rapporti tra Psi e Pd”.


				

Notizie Correlate