VENDEMMIA, UIMEC-COPAGRI CHIEDE PREZZO MINIMO PER UVE

Facebook

9 Settembre 2015

L’Uimec-Copagri Trapani chiede la fissazione di un prezzo minimo per le uve al fine di evitare possibili speculazioni.  “Ogni anno, sistematicamente, si arriva a penalizzare i vitivinicoltori”, dice il segretario provinciale Giuseppe Aleo. “E’ il risultato di una mancata programmazione e dell’assenza di regole di mercato equilibrate. Le speculazioni sono sempre a danno dei vitivinicoltori e a vantaggio di pochi”. “Solo un prezzo di orientamento minimo delle uve, attraverso un accordo interprofessionale – aggiunge Aleo -, potrà garantire i veri attori della produzione agricola”.  Il segretario provinciale della Uimec-Copagri Trapani  preannuncia lo stato di agitazione dei lavoratori del comparto vitivinicolo se i prezzi delle uve dovessero crollare.

Notizie Correlate