ESCREMENTI DI CANI SUI MARCIAPIEDI, PROPRIETARI INCIVILI

9 Settembre 2015

Marciapiedi invasi dagli escrementi. Molti proprietari di cani hanno la cattiva abitudine di non raccogliere le deiezioni dei loro animali. Un fenomeno molto diffuso a Trapani e nel resto della provincia. A Napoli l’amministrazione ha imposto ai proprietari di cani di sottoporre gli animali all’esame del Dna al fine di rendere individuabili gli eventuali trasgressori. A Marsala il consigliere comunale Luana Alagna ha presentato un atto di indirizzo che impegna l’amministrazione comunale ad adottare una serie di provvedimenti al fine di contrastare il fenomeno. L’esponente politico propone di installare degli appositi contenitori, provvisti eventualmente di distributori di sacchetti per la raccolta delle deiezioni canine, nel centro storico, in prossimità dello stesso, e nei principali luoghi di aggregazione e di attivare un numero verde, al quale poter chiamare per segnalare eventuali violazioni. L’atto di indirizzo prevede inoltre l’avvio di una una campagna al fine di sensibilizzare i cittadini sulla  pulizia dell’ambiente urbano e contrastarne il degrado. Iniziative che andrebbero attuate anche a Trapani dove il fenomeno, soprattutto nelle strade secondarie e nelle zone periferiche, ma anche nel centro storico, è molto diffuso.

 

 

 

Notizie Correlate