TRAPANI, LA “CINQUINA” DI UNITI PER IL FUTURO

Uniti per il Futuro è a quota 5. Ha già aderito ma lo dichiarerà, ufficialmente, nella seduta consiliare di giovedì prossimo, il consigliere Nino Bianco che va ad aggiungersi all’onorevole Mimmo Fazio ed a Salvo Pumo, Giuseppe Ruggirello (1953) e Franco Ravazza. Bianco ha voluto motivare la sua scelta politica: “La mia decisione giunge dopo aver constatato che del progetto politico originario di Grande Trapani non è rimasto più nulla, neppure nella attività politica esterna al consiglio comunale. Non possono non rilevare che almeno dall’on. Giuseppe Maurici, attendevo segnali di dinamismo politico che non sono giunti. Nella mia attività di consigliere ho constato che la risolutezza politica ed amministrativa più vicina al mio sentire è stata, in questi ultimi mesi, quella del gruppo di Uniti per il Futuro. Ritengo pertanto di potere condividere con gli amici del gruppo un percorso comune, intanto dentro l’aula di Palazzo Cavarretta, senza escludere per il futuro un coinvolgimento politico ed un attivismo più diretto”. Bianco è stato vicino all’ex consigliere provinciale Matteo Angileri, ora coordinatore di Sicilia Democratica in provincia. Il neo consigliere di Uniti per il Futuro è stato tra i primi a sottoscrivere la mozione di sfiducia al sindaco Vito Damiano presentata da Fazio.

Nuovo assetto consiliare

Uniti per il Futuro 5 consiglieri

ex “Articolo 4” 5 consiglieri

Partito Democratico 3 consiglieri

Forza Italia 3 consiglieri

I Ricostruttori (dissidenti Forza Italia) 3 consiglieri

Partito Socialista 3 consiglieri

Gruppo Misto 8 consiglieri

 

Commenti

commenti