TREDICENNE RISCHIA DI ANNEGARE A SAN GIULIANO, SALVATO DA UNA BAGNINA

27 Luglio 2015

Un ragazzo di 13 anni, colto da malore, ha rischiato di annegare ieri pomeriggio nel mare di San Giuliano. Il giovane è stato soccorso da una bagnina del Lido della Polizia Penitenziaria che, con l’ausilio di un collega libero dal servizio, ha provveduto a riportarlo a riva. Dopo i primi soccorsi, il ragazzo è stato trasportato a bordo di un’ambulanza del 118 all’ospedale Sant’Antonio Abate. La bagnina, Sonia Naso, ha ricevuto i complimenti di tutti i bagnanti e del comandante della Polizia penitenziaria Giuseppe Romano. Un paio di ore prima la giovane aveva tratto in salvo un’altra bagnante, una donna di 45 anni, che si era allontanata e trascinata dalla corrente non riusciva a raggiungere la riva. “Quest’anno, a causa della grave carenza di personale di polizia penitenziaria – dice Romano – , il servizio di assistenza bagnanti è stato affidato, a bagnini esterni, facenti parte dell’Associazione Acquarius, giovani preparati e attenti che svolgono il loro lavoro con competenza e serietà e che confermano la bontà della scelta effettuata”.

 

 

 

 

Notizie Correlate