SCANDALO CURIA, DISSEQUESTRATA L’EX CANONICA DELLA CHIESA MADRE DI ALCAMO

27 Luglio 2015

La Procura della Repubblica di Trapani ha disposto il dissequestro dell’ex canonica della Chiesa Madre di Alcamo. L’immobile era stato sequestrato nell’ambito dell’inchiesta a carico di don Ninni Treppiedi, l’ex direttore dell’Ufficio amministrativo della Curia, indagato per una presunta appropriazione di denaro. Le indagini avevano preso il via nel 2011 a seguito di una denuncia dell’allora vescovo di Trapani Francesco Miccichè che aveva segnalato la vendita, a sua insaputa, di una serie di immobili. Tra i beni ceduti figurava anche l’ex canonica della Chiesa Madre di Alcamo, venduta il   il 30 agosto 2010 a Dario De Blasi. Il quadro indiziario originario si è però drasticamente ridimensionato.  “Le dichiarazioni del Miccichè – scrivono i magistrati – si sono rilevate di scarsa attendibilità”. L’ex vescovo di Trapani è stato nel frattempo indagato per appropriazione indebita e malversazione di fondi pubblici.

 

Notizie Correlate