NUOVO CANILE DI ERICE E VALDERICE, NACCI CONTRARIO A REALIZZAZIONE STRUTTURA

15 Luglio 2015

A rischio la realizzazione del nuovo canile intercomunale di Valderice ed Erice. L’approvazione della convenzione potrebbe trovare non pochi ostacoli al momento della votazione da parte del consiglio comunale della vetta. Alcuni consiglieri comunali ericini infatti sono contrari al progetto ritenuto eccessivamente dispendioso per le magre casse comunali. A capeggiare i contestatori c’è il consigliere comunale Luigi Nacci. “Il Comune di Erice dovrà sborsare un bel po’ di quattrini per vedere nascere la struttura”, spiega l’esponente del Partito Socialista Italiano. “Per il solo primo stralcio dovremmo pagare 130.000,00 euro a fronte dei 60.000,00 euro del Comune di Valderice e questo di tasca propria in quanto non esiste alcun finanziamento della Regione. In tempi di vacche magre il sindaco Giacomo Tranchida pensa ad alleggerire le tasche dei cittadini ericini invece di pensare a diminuire le tasse. E non sono un profeta ma vedrete che entro il 2015 l’amministrazione ericina aumenterà la tassa sui rifiuti”. “L’Amministrazione – prosegue Nacci – non è riuscita in questi anni ad arginare il fenomeno del randagismo ed ora, a scadenza di legislatura, Tranchida è pronto a regalare un bel po’ di denaro , caso vuole, alla sua Valderice. Non si riesce a capire come mai il sindaco non tenga conto che il comune di Trapani sta già realizzando un canile comunale. Potrebbe essere conveniente confrontarsi prima con il comune di Trapani e poi valutare il tutto”. Nacci annuncia battaglia: “Certamente – dice – la delibera passerà sotto le forche del consiglio di Erice, e mi risulta che diversi sono i mal di pancia anche tra i consiglieri della maggioranza di Tranchida”.

Notizie Correlate