• Home »
  • Cronaca »
  • MARSALA, SVOLTA NELL’INDAGINE SULLA MORTE DEI DUE TUNISINI. FERMATO UN PASTORE

MARSALA, SVOLTA NELL’INDAGINE SULLA MORTE DEI DUE TUNISINI. FERMATO UN PASTORE

Svolta nell’indagine sulla morte di Ali Essid e Rafik El Mabrouk, i due giovani tunisini uccisi il 3 giugno scorso in contrada Samperi, a Marsala. Un pastore, Domenico Centonze, di 40 anni, è stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Trapani con l’accusa di duplice omicidio. Secondo gli investigatori, il duplice omicidio sarebbe scaturito a seguito di una violenta lite avvenuta in un night club poco prima del delitto. El Mabrouk avrebbe corteggiato una ballerina scatenando la reazione del Centonze che prima ha cacciato il giovane tunisino ed il suo amico e poi li ha inseguiti in auto uccidendoli a colpi di fucile. Durante la perquisizione domiciliare presso l’abitazione del pastore sono state rinvenute diverse munizioni da caccia caricate a pallettoni, alcune delle quali compatibili con quelle utilizzate per assassinare le due vittime. L’arrestato, ultimate le formalità di rito, e’ stato rinchiuso nel carcere San Giuliano. Un altro soggetto, del quale non so state rese note le generalità, è indagato a piede libero per concorso in duplice omicidio.

 

 

Commenti

commenti