BIRGI: LA TABELLA DEI PAGAMENTI PER L’ACCORDO DI CO-MARKETING

Più di qualsiasi considerazione la vicenda del co-marketing per l’aeroporto di Birgi passa dai numeri. Sono lì e finiscono per essere chiari ed in qualche caso impietosi. L’intesa tra Camera di Commercio – cabina di regia della coalizione dei sindaci, tutti e 24 della provincia di Trapani – e la società “AMS”- che gestisce il marketing della Ryanair, la compagnia aerea che oltre il 90% dei voli da e per Birgi – è di 2.225.000 euro all’anno per 3 anni, dal 2014 al 2016. Il corrispettivo economico dell’accordo è stato suddiviso tra i 24 Comuni. L’intesa prevede il pagamento in quattro rate che finiscono per esere trimestrali. Ogni rata complessiva è di 556.250 euro. La società “AMS” stacca fattura ed i Comuni dovrebbero pagare. Il condizionale è d’obbligo perchè mancano i soldi. Al di là delle dichiarazioni – anche se sono importanti – nel conto co-marketing ci sono 208.750 euro, meno della metà della prima rata, con la seconda in scadenza.

Tabella co-marketing 2015

Camera di Commercio: quota complessiva da pagare 300.000 euro – versati 75.000 euro

Comune di Trapani: quota complessiva 300.000 euro

Comune di Marsaa: quota complessiva 300.000 euro

Comune di Mazara del Vallo: quota complessiva 120.000 euro

Comune di Alcamo: quota complessiva 60.000 euro – versati 20.000 euro

Comune di Castelvetrano: quota complessiva 160.000 euro

Comune di Erice: quota complessiva 120.000 euro – versati 30.000 euro

Comune di Castellammare del Golfo: quota complessiva 120.000 euro

Comune di Valderice: quota complessiva 90.000 euro

Comune di Paceco: quota complessiva 30.000 euro

Comune di Partanna: quota complessiva 20.000 euro – versati 5.000 euro

Comune di Salemi: quota complessiva 30.000 euro – versati 7.500 euro

Comune di Campobello di Mazara: quota complessiva 30.000 euro

Comune di Pantelleria: quota complessiva 30.000 euro

Comune di Petrosino: quota complessiva 45.000 euro

Comune di Calatafimi-Segesta: quota complessiva 30.000 euro – versati 7.500 euro

Comune di Custonaci: quota complessiva 45.000 euro – versati 18.750 euro

Comune di Santa Ninfa: quota complessiva 20.000 euro

Comune di San Vito Lo Capo: quota complessiva 160.000 euro

Comune di Favignana: quota complessiva 160.000 euro – versati 40.000 euro

Comune di Gibellina: quota complessiva 20.000 euro

Comune di Buseto Palizzolo: quota complessiva 20.000 euro – versati 5.000 euro

Comune di Vita: quota complessiva 5.000 euro

Comine di Salaparuta: quota complessiva 5.000 euro

Comune di Poggioreale: quota complessiva 5.000 euro

Le dichiarazioni dei sindaci

Il sindaco di Trapani Vito Damiano (intervento in consiglio): “Gli uffici hanno avviato il pagamento di quanto dovuto. Siamo in dodicesimi e verseremo 150.000 euro”

Il sindaco di San Vito Lo Capo Matteo Rizzo (bacheca Facebook): “Il Comune di San Vito Lo Capo con mandato n. 1118 ha effettuato il pagamento di quanto dovuto per sostenere l’aeroporto di Trapani. Manteniamo gli impegni assunti per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio”.

Pagamenti in arrivo

Il Comune di Paceco avrebbe versato 15.000 euro, quello di Castellammare del Golfo 60.000 euro. Il Comune di Favignana, 40.000 euro. Anche il Comune di Marsala avrebbe aperto le sue casse per trasferire 150.000 euro. Il Comune di Valderice, 20.000 euro. Il sindaco di Valderice Mino Spezia e l’amministrazione comunale di Mazara del Vallo puntano sulla tassa di soggiorno per sostenere l’azione di co-marketing. “Lo abbiamo detto chiaramente – ha dichiarato il primo cittadino valdericino – che il nostro Comune avrebbe risposto all’impegno preso attraverso la tassa di soggiorno, entrata in vigore lo scorso primo maggio. Prima di poterla istituire abbiamo dovuto ottenere, dalla Regione, il riconoscimento di Comune a vocazione turistica”.

Tabella co-marketing 2014

L’accordo di co-marketing dell’anno scorso non è stato rispettato in toto. Alcuni Comuni sono rimasti indietro rispetto alla rispettiva quota annuale. Casteveltrano deve ancora versare 60.000 euro, Valderice, 70.000 euro, Petrosino deve ancora 30.000 euro dell’anno scorso, mentre Poggioreale deve 4.000 euro. I Comuni di Campobello di Mazara, Santa Ninfa, Gibellina e Salaparuta non hanno mai versato alcun euro.

 

 

 

Commenti

commenti