CROCETTA AUTORIZZA LA RIAPERTURA DELLA DISCARICA DI CAMPOBELLO

1 Luglio 2015

Il governatore Rosario Crocetta ha autorizzato la riapertura della discarica di Campobello di Mazara, chiusa nello scorso mese di febbraio per esaurimento della capacità ricettiva. I dodici comuni belicini potranno quindi riprendere il conferimento dei rifiuti presso l’impianto. Crocetta ha anche autorizzato il Comune di Trapani al conferimento presso la discarica di Campobello di Mazara, previo trattamento dei rifiuti presso l’impianto di contrada Belvedere. I restanti comuni, serviti dalla Società Aimeri srl, continueranno invece a conferire i propri rifiuti presso la discarica di Siculiana.  Ma il sistema resta comunque nel caos. L’ordinanza del governatore Crocetta  proroga per gli ultimi 14 giorni,  sino al 14 luglio, la deroga per la “Gestione Integrata dei Rifiuti e Bonifica dei siti inquinati”. Una Legge emanata per riordinare il caos generato dalle Società ATO, con la creazione di nuove realtà più snelle le S.R.R. che ad oggi, seppure costituite, non sono operative. “E’ necessario porsi l’interrogativo di ciò che accadrà dopo il 14 luglio”, dice l’onorevole Paolo Ruggirello. “Gli ATO, oramai tutti in liquidazione e qualcuno addirittura fallito, non potranno di fatto più erogare servizi e pertanto l’intero sistema si fermerà, lasciando ai sindaci la responsabilità di gestire i servizi di raccolta e smaltimento rifiuti. Rimane tuttavia – prosegue Ruggirello – il vero problema che è quello degli impianti. Il territorio siciliano è ad oggi carente sia di impianti per il pretrattamento che di discariche dove smaltire definitivamente il rifiuto trattato. Tutto ciò dovuto per una errata programmazione regionale, ove ad una sempre auspicata raccolta differenziata, non ha avuto mai seguito la realizzazione di alcun impianto per la valorizzazione della frazione secca e di quella umida”.

Notizie Correlate