TRAPANI, AVVIATO IL SERVIZIO CAR SHARING. DAMIANO: “UN IMPORTANTE PASSO IN AVANTI”

18 Giugno 2015

Da oggi è attivo anche a Trapani il servizio Car Sharing. L’iniziativa è stata presentata questa mattina, dal sindaco Vito Damiano e dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando, nel corso di una conferenza stampa. Il Car Sharing, già operativo nel capoluogo siciliano ed in molte altre città italiane, è un servizio di mobilità pubblica individuale ed autonoma, integrato al trasporto pubblico e privato. Prevede la condivisione di una stessa auto, nell’arco della giornata, da parte di più persone. Il servizio sarà gestito dall’Amat di Palermo. Le vetture saranno disponibili ad ogni ora del giorno e della notte e sarà possibile noleggiarle da un minimo di un’ora ad un massimo di sette giorni. Il noleggio è prolungabile su richiesta. Per accedere al servizio basterà sottoscrivere un abbonamento. Ogni utente riceverà una smart card e le relative istruzioni per l’uso del mezzo. La prenotazione potrà avvenire tramite una chiamata al numero verde o l’app scaricabile sui telefoni cellulari. E’ possibile anche effettuare l’operazione accedendo al relativo sito. In questa prima fase, considerata sperimentale, sono stati istituti a Trapani otto stalli di sosta, quattro in via Palmerio Abate ed altrettanti in via Ammiraglio Staiti. “E’ un importante passo avanti verso un ormai indifferibile cambiamento culturale verso una mobilità sostenibile”, dice il sindaco Vito Damiano. “Si tratta di un servizio innovativo che viene offerto alla comunità, prima ancora che ai turisti. Abbiamo sfruttato questa opportunità offerta dalla società AMAT di Palermo, peraltro già operativa nei Comuni di Alcamo e Castellammare del Golfo, condividendo il progetto che vuole realizzare un sistema sinergico, una rete sul territorio della Sicilia occidentale, che predilige gli aspetti di efficienza ed economicità. L’interesse del Comune al progetto si concretizza anche attraverso una convenzione con AMAT molto favorevole ai dipendenti comunali e che consentirà all’amministrazione comunale di poter utilizzare i veicoli in car sharing in sostituzione dei vetusti mezzi di servizio, con consistenti risparmi di spesa”.

Notizie Correlate