INCENDIO AD ERICE. TRANCHIDA: “UN DISASTRO ANNUNCIATO, CROCETTA CHIEDA SCUSA”

14 Giugno 2015

“Un disastro annunciato. Il presidente della Regione Rosario Crocetta si assuma le responsabilità per i danni provocati e chieda scusa agli ericini”. Il sindaco Giacomo Tranchida usa parole durissime dopo l’incendio divampato ieri sulla montagna di Erice. “Per quanto ci riguarda notizieremo senza indugio la competente Autorita’ Giudiziaria per le gravi responsabilità omissive poste in essere da più parti e a tutti i livelli. Si anticipa sin d’ora – aggiunge Tranchida –  la volontà di questa amministrazione a costituirsi parte civile negli istaurandi procedimenti penali per il ristoro del danno all’immagine pubblica della Città di Erice la cui fama è internazionalmente riconosciuta, ma anche a supporto dei privati danneggiati. L’amministrazione si farà carico dell spese legali per la costituzione di parte civile da parte dei privati mettendo loro a disposizione un pool di professionisti che si occuperà della quantificazione dei danni e della successive assistenza processuale. Sappia – prosegue Tranchida =  il Presidente della Regione che la mancata messa in sicurezza ai fini antincendio nonché per mancata ottemperanza alle vigenti Ordinanze Sindacali in materia antincendio non rimarranno impunite. Per inciso, il Presidente della Regione è già stato sanzionato per la mancata scerbatura di area demaniale limitrofa all’Università sul lungomare di San Giuliano”.

Notizie Correlate