MORTE PICCOLO LORENZ, SENTITI ALCUNI INVESTIGATORI

27 Maggio 2015

E’ ripreso oggi, davanti la Corte d’Assise di Trapani, il processo a carico di Aminta Altamirano Guerrero, la donna messicana di 34 anni accusata di avere avvelenato il figlio, Lorenz, di 5 anni. Sul pretorio sono stati chiamati a deporre questa mattina alcuni investigatori. Salvatore Biondo, sostituto commissario in servizio presso il commissariato di Alcamo, ha riferito che dopo il ritrovamento del corpo del figlio Aminta Altamirano Guerrero era molto furiosa con l’ex compagno Enzo Renda. Mentre veniva condotta in commissariato, la donna avrebbe detto ad alta voce: “Così adesso non ti disturberà più quando sei al telefono con lei”. Aminta Altamirano Guerrero era convinta che l’ex compagno, emigrato in Germania, avesse una relazione con un’altra donna e che il figlio potesse essere un fastidio per il padre. Secondo gli inquirenti, la donna intendeva togliersi la vita insieme con il suo bambino e vendicarsi dell’ex compagno, reo di averla abbandonata. Il processo proseguirà il prossimo 10 giugno.

Notizie Correlate