• Home »
  • Economia »
  • GAC ISOLE DI SICILIA ALLO SLOW FISH DI GENOVA. PER IL SINDACO PAGOTO “UNA OCCASIONE DI CRESCITA”

GAC ISOLE DI SICILIA ALLO SLOW FISH DI GENOVA. PER IL SINDACO PAGOTO “UNA OCCASIONE DI CRESCITA”

Lo “Slow Fish” di Genova (14-17 maggio) è una vetrina internazionale da non perdere. Ed il Gruppo di Azione Costiera “Isole di Sicilia” l’ha voluta sfruttare, assieme agli altri GAC dell’Isola, per far conoscere la qualità dei prodotti, in particolare quelli della pesca, che caratterizzano il suo territorio di riferimento”. Il GAC “Isole di Sicilia” può contare sui Comuni di Favignana, Pantelleria, Ustica, Lipari, Malfa e Santa Marina Salina ed alcune associazioni ed enti privati. Ne è presidente il sindaco di Favignana Peppe Pagoto. “Si tratta – ha dichiarato il primo cittadino delle Isole Egadi – di una occasione importante perché ci si trova in un contesto internazionale che può consentire ai nostri territori di far conoscere la qualità dei nostri prodotti, in particolare, quelli della pesca, in un sistema globale che punta sempre di più all’eccellenza ed alla qualificazione della filiera produttiva. I GAC sono uno strumento fondamentale. Il nostro compito è di renderli sempre più funzionali e collegati alle esigenze del settore”. Allo “Slow Fish”, settima Fiera internazionale del pesce buono, pulito e giusto, è presente una delegazione del GAC “Isole di Sicilia”. Ne fanno parte il vicepresidente Giovanni Basciano ed il responsabile amministrativo Pietro La Porta. Lo slogan dell’evento è quanto mai chiaro: “Cambiamo rotta per salvare il mare e nutrire il pianeta”. Una pesca consapevole e moderna per tutelare e valorizzare il territorio. Elementi prioritari per la pesca siciliana e trapanese. Lo stand dei GAC siciliani è tra i più grandi della manifestazione, circa 250 metri quadrati. Sono stati ospiti dello stand siciliano il Vicemistro delle Politiche Agricole e Forestali Andrea Olivero ed il fondatore di “Slow Food” Carlo Petrini. A quest’ultimo il GAC “Isole di Sicilia” ha consegnato una maglietta-ricordo (nella foto).

 

Commenti

commenti