• Home »
  • Cronaca »
  • OMICIDIO SABINE MACCARRONE, D’ASSARO ACCUSA “GIANNI IL BELLO”

OMICIDIO SABINE MACCARRONE, D’ASSARO ACCUSA “GIANNI IL BELLO”

E’ stato Giovanni Melluso, detto Gianni il bello, ad ordinare l’uccisione di Sabine Maccarrone, la donna assassinata e gettata in fondo ad un pozzo nel 2007 a Mazara del Vallo. A riferirlo è stato Giovanni D’Assaro, esecutore materiale del delitto, sentito ieri nell’ambito del processo che si celebra davanti alla Corte d’Assise di Trapani. Melluso, legato in passato agli ambienti della Camorra, ex accusatore di Enzo Tortora, voleva liberarsi della sua compagna. “Mi disse di ammazzarla”, ha raccontato D’Assaro. “Non mi spiegò però le ragioni ed io non feci domande. In questi casi è meglio non farle”. D’Assaro ha raccontato di avere accettato la proposta in cambio di un’abitazione. “In quel periodo volevano ammazzarmi. Avevo bisogno di un appartamento in cui andare a stare. Melluso mi disse che mi avrebbe regalato un’abitazione di proprietà del fratello”.

 

Commenti

commenti