FUSIONE PD-ARTICOLO 4 IN ALTO MARE. RUGGIRELLO RISCHIA DI PERDERE ALCUNI CONSIGLIERI

6 Maggio 2015

Fusione tra Pd ed Articolo 4 in alto mare a Trapani. L’onorevole Paolo Ruggirello rischia di perdere per strada alcuni dei suoi uomini. Non tutti i componenti del gruppo consiliare sarebbero infatti disposti ad aderire al Partito Democratico. Per il momento l’unica certezza sembra essere l’adesione del capogruppo Nicola Sveglia, fedelissimo di Ruggirello. Il gruppo consiliare è composto anche da Francesco Guarnotta, Peppe La Porta, Silvestro Mangano e Michele Cavarretta. Le trattative con il Pd procedono a rilento. Alcuni giorni fa, ai microfoni di Social Radio, il segretario comunale del Pd Francesco Brillante aveva detto che per definire la fusione saranno necessari ancora un paio di mesi. Molti i nodi da sciogliere, a partire dalla mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Vito Damiano. E che il clima non è dei migliori traspare dalle parole del capogruppo Enzo Abbruscato. “Non è una fusione tra partiti. Ci può essere l’intenzione di singoli soggetti di aderire al Partito Democratico”. L’arrivo dei consiglieri di Articolo 4 potrebbe mutare gli equilibri interni al gruppo consiliare del Pd imponendo una riorganizzazione: “Non so chi ha manifestato fino ad ora la voglia di venire nel Pd e chi effettivamente arriverà. La carica di capogruppo non ce l’hai perché hai vinto un concorso. Ce l’hai per un percorso di storia, di coerenza, di rappresentanza che mi viene riconosciuto. Quando sarà il tempo ne riparleremo… ASCOLTA L’INTERVISTA INTEGRALE

 

Notizie Correlate